Alexa Unica Radio
Facebook

Facebook, battaglia aperta con l’Antitrust

L’Antitrust sanziona di nuovo Facebook per il trattamento “ingannevole” dei dati degli iscritti con una multa di 7 milioni

Il social network Facebook di nuovo sotto la lente d’ingrandimento: da poco infatti ha ricevuto un’ulteriore sanzione da parte dell’Antitrust. Secondo l’Authority la popolare piattaforma non avrebbe attuato quanto prescritto nel provvedimento emesso nei suoi confronti nel novembre del 2018. Facebook avrebbe dovuto rimuovere la pratica scorretta sull’utilizzo dei dati degli utenti e pubblicare la dichiarazione di rettifica richiesta dall’autorità. Nonostante Facebook abbia eliminato il claim di gratuità in sede di registrazione alla piattaforma, ancora non fornisce una chiara informazione sulla raccolta dei dati degli utenti.

Informazioni generiche e incomplete

L’Antitrust aveva accertato che Facebook spingeva gli utenti a registrarsi sulla piattaforma senza informarli in maniera adeguata a riguardo dell’attività di raccolta dei dati da loro forniti, usandoli con intento commerciale. L’organo di vigilanza ha dichiarato inoltre che le informazioni fornite dal social per fare chiarezza su questo punto cruciale risultano generiche e incomplete.

Secondo l’Autorità questo tipo di informazioni devono essere portate a conoscenza del consumatore. Egli potrà decidere se aderire o meno al servizio, anche e soprattutto alla luce del voluminoso valore economico che Facebook riesce a sviluppare attraverso l’uso dei dati che l’utente cede.

Facebook: attendiamo il Consiglio di Stato

Un portavoce di Facebook ha commentato: “Prendiamo atto dell’annuncio dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Ora rimaniamo in attesa della decisione del Consiglio di Stato sull’appello che abbiamo presentato. Per noi è molto importante la tutela della privacy. Abbiamo apportato una serie di cambiamenti anche alle nostre Condizioni d’uso, per chiarire come utilizziamo i dati per fornire i nostri servizi e la pubblicità personalizzata”. Si preannuncia quindi una dura battaglia dall’esito incerto in sede legale.

 

About Martina Corgiolu

Appassionata di musica, in particolare quella classica, dell'arte e della lettura. Studentessa di Beni Culturali e Spettacolo presso l'Università degli studi di Cagliari.

Controlla anche

studenti

Scuola: Webinar sull’autovalutazione negli apprendimenti di base

Il webinar organizzato dal Movimento delle Avanguardie Educative per venerdì 7 maggio, approfondisce il tema dell’autovalutazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *