Janas

Solinas vuole il Travel pass Covid per l’estate, Federalberghi chiede “regole uguali per tutti”

Il governatore ripropone il tema dei certificati di “idoneità sanitaria” per venire in Sardegna. Manca, presidente isolano di Federalberghi, chiede garanzie.

federalberghi certezze test estate Sardegna

“Chi entra in Sardegna dovrà presentare un certificato di negatività o di avvenuta vaccinazione, il sistema dei controlli partirà ben prima dell’inizio della stagione estiva”. Questa le parole del governatore della Sardegna, Christian Solinas, raccolte da L’Unione Sarda.

Il quotidiano, inoltre, riferisce che la Regione sarebbe già a lavoro su questa misura. Una simile decisione potrebbe portare ad un nuovo scontro con il Governo dopo quello dell’inizio della scorsa estate sull’obbligatorietà dei test agli arrivi in porti e aeroporti.

Ottimismo per il futuro, ma serve tutelarsi

“La situazione epidemiologica è in miglioramento, stiamo portando avanti gli screening di massa e le vaccinazioni, ci sono più luci che ombre e le condizioni per uscire da questo incubo” dice ancora Solinas al quotidiano. Tuttavia, aggiunge, “allo stesso tempo dobbiamo difenderci in ogni modo da queste varianti del virus che preoccupano e dall’eventualità che entrino in casa nostra”.

“Per tutte queste ragioni, è necessario un modello di tutela della salute dei sardi e delle attività economiche, costruito proprio sulle certificazioni sanitarie. Modello che introdurremo nel giro di breve tempo”, conclude il governatore.

Le parole di Paolo Manca, presidente regionale Federalberghi

Dopo la diffusione della parole di Solinas sul certificato di vaccinazione o di negatività per gli ingressi nell’Isola la prossima estate si è subito espresso all’ANSA il presidente regionale di Federalberghi, Paolo Manca. “Auspichiamo che le regole di spostamento tra Regioni siano definite a carattere nazionale. Non vorremmo trovarci nella sfortunata ipotesi che la Sardegna sia l’unica ad avere controlli all’ingresso”, ha detto Manca.

“Piuttosto la Regione si metta subito all’opera per dare ai turisti certezze sul potenziamento del sistema sanitario e sulla chiarezza delle regole per la stagione 2021 entro febbraio” aggiunge Manca.

“Sarebbe bene, infatti, evitare dichiarazioni che, senza adeguata informazione e concertazione con gli operatori, potrebbero compromettere la prossima stagione, conclude Manca. L’anno scorso, infatti, si scatenò il caos mediatico quando Solinas richiese test obbligatori all’arrivo in Sardegna.

About Fabio Allegra

Fabio Allegra
Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cagliari. Non apprezzo il maestrale.

Controlla anche

102104984 75903e62 1ab4 4aba a45c c67aec76915e

Coronavirus, è davvero utile disinfettare le superfici? Lo studio su Nature

Disinfettare le superfici serve a poco, contro il coronavirus meglio aprire le finestre. Lo evidenzia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *