Janas
7 93 20070416114332
7 93 20070416114332

Anna Saba opera in Cittadella a Monserrato

La scultura in marmo dell’artista Anna Sabba è stata posizionata nei giardini antistanti la Biblioteca del Distretto Biomedico Scientifico di Cagliari alla Cittadella universitaria di Monserrato.
Il titolo dell’opera è Mater – realizzata nel 2004 e donata all’Ateneo nel 2020.

b5902d107466bc19a8b25cddffaea421 Anna Saba
 
 

“Anna Saba ha sviluppato una ricerca plastica in direzione non figurativa – spiega Rita Pamela Ladogana, docente di Storia dell’arte. Presente all’installazione con l’artista – prediligendo l’uso del marmo.
 L’opera si inserisce nella produzione delle grandi sculture. Che l’artista ha realizzato con i marmi provenienti dalle Alpi Apuane. Il materiale è plasmato secondo. Forme evocative della natura e asseconda le prerogative originali della pietra”.


L’opera evoca con la sua monumentalità un profilo roccioso. Modellato dal vento e dagli agenti atmosferici. “Il dono della scultrice – conclude la prof.ssa Ladogana – arricchisce ulteriormente il patrimonio storico-artistico dell’Ateneo”. Il riferimento è alla recente donazione di Italo Antico e alle tante opere d’arte disseminate in numerosi locali e spazi aperti dell’Università di Cagliari.

https://www.unica.it/unica/page/it/arte_unopera_di_anna_saba_alla_cittadella_universitaria_di_monserrato

Anna Saba cerca di mutare soprattutto  le durezze dei graniti di Guspini,
dove è nata, con gli avvolgenti biancori dei marmi delle Apuane, dove il Nonno scultore ha lasciato tracce che non sono incise solo da uno scalpello di ferro.
Sue opere in esposizioni permanenti si trovano soprattutto a  Nuoro (2002, MAN, Senza titolo, trachite), Cagliari (1999, Orto Botanico, Bocca, trachite), Villanovaforru (1998, Museo Archeologico, Pitagora, ardesie), Monserrato (1996, Cittadella Universitaria, MutAzione, trachite), Dakar (1996, Medina, A sphere for the museum, bronzo)

About Barbara Nateri

Barbara Nateri
Amante del cinema impegnato e del cult di genere, del cantautorato italiano come Fabrizio de André e Francesco Guccini, mi piace leggere romanzi di formazione di avventura e horror, amante dei gatti, del giornalismo, della cultura orientale e dell'avventura, mi piace viaggiare alla scoperta di luoghi folkloristici, indagare sulle tradizioni visive e musicali della mia terra e non solo.

Controlla anche

Educazione

Meucci: concluso corso “educazione digitale”

Si è concluso ‘Educazione digitale’, il corso di formazione all’Ipsia Meucci di Cagliari con i giornalisti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *