Janas
Faita

Faita Federcamping Sardegna: Covid e il caro traghetti

Faita Federcamping Sardegna: oltre il Covid anche il caro traghetti: il quaranta per cento del budget in trasporti per una vacanza in Sardegna.

Il turismo nell’isola anche quest’anno sarà fortemente penalizzato dai trasporti. E se non si interviene immediatamente, si rischia di registrare perdite economiche ancora più importanti.

La denuncia arriva da Faita Sardegna, l’associazione che riunisce i campeggi dell’isola. “Il settore con la dovuta prudenza, si sta preparando per la stagione estiva. Ma si naviga senza punti di riferimento poiché ad oggi emerge con chiarezza una totale assenza del mercato estero e la grande diffidenza di quello interno”. Spiega Nicola Napolitano, presidente di Faita Sardegna.

“Il comparto nei mesi di gennaio e febbraio era solito registrare vendite pari a circa il 50%-60% della disponibilità totale annua, ma al momento, spiega ancora Nicola Napolitano – le prenotazioni arrivano solo per il mese di agosto e rappresentano il 10% delle prenotazioni totali dell’anno. Altro elemento che marca un segno in rosso è l’assenza totale di prenotazioni da parte di turisti stranieri. Il turista estero è sparito dalla Sardegna.

Probabilmente non riusciamo a comunicare con efficacia la grande sicurezza che il mondo delle vacanze all’aria aperta consente di dare. Non bisogna trascurare neanche il fatto che Germania, Austria, Svizzera, Francia, Olanda, Spagna, Danimarca, Inghilterra, sono alle prese con il loro guai da Covid, – chiosa ancora Napolitano.
Va invece denunciata una grande stortura legata ai Trasporti che pesa come un macigno sulla ripartenza del Turismo”.

Il costo elevato del viaggio

Alla penuria di mezzi di trasporto si aggiunge, da troppo tempo, un costo del viaggio che è una vera e propria “estorsione” fatta al turista e ai Sardi. Già dal mese di gennaio e non quindi in piena estate, viaggiare in traghetto costà quasi quanto l’intera permanenza sull’isola.

Da un’indagine del Centro studi di Faita Sardegna emerge che, una famiglia di tre persone (due adulti, il figlio di 15 anni e un cane al seguito) che prenota una vacanza nelle nostre strutture nei primi 15 giorni di agosto, spende complessivamente circa 3000,00 euro (per viaggio e pernottamento) con una spesa così ripartita: 1.200,00 euro, ovvero circa il 40% del totale per il viaggio (traversata), e 1800,00 (il 60% circa) per pernottare in struttura.

About Andrea Ennas

Andrea Ennas
Sono un giovane ventenne appassionato di sport, musica e cinema.

Controlla anche

mario draghi

Draghi: dal 26 aprile zona “gialla rafforzata”

“Si può guardare al futuro con prudente ottimismo e fiducia”. Queste le prime parole del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *