Janas
sardinia
sardinia

La storia delle Chiese in Sardegna

Attorno alla metà del Mille la Sardegna risulta divisa in quattro regni o giudicati. Retti da un re o giudice. I giudici erano i rappresentanti locali dell’imperatore bizantino. Giudici che, attorno al 1000, si resero autonomi. Ne derivò una partizione del territorio nei quattro regni importanti. I regni di Cagliari, Arborea, Torres e Gallura, a loro volta divisi in curatorie. Di pari passo si assistette alla riorganizzazione della Chiesa.

 

Le vaste diocesi dell’età bizantina vennero frazionate in nuove circoscrizioni ecclesiastiche: arcidiocesi e diocesi rette da arcivescovi e vescovi, cui facevano capo le parrocchie.
È in questo contesto che i giudici, attraverso donazioni, favorirono l’arrivo nell’isola dei Benedettini (da Montecassino, San Vittore di Marsiglia, Camaldoli, Vallombrosa, Cîteaux) che insediarono i propri monasteri nel territorio sardo. Si assistette a una rinascita della cultura sotto l’ala protettrice della Santa Sede.

Da non trascurare anche la presenza sempre più stabile e radicata delle repubbliche di Pisa e Genova, la cui attività commerciale nell’isola portò a conflitti con i poteri locali. La loro presenza interferì spesso a livello politico e arrivò a determinare la fine di tre giudicati (Cagliari, Torres e Gallura), che dopo il 1250 caddero in mano a signori pisani o genovesi.


Queste circostanze storiche contribuirono alla circolazione di nuove correnti artistiche nell’isola, che si innestarono nel sostrato locale e che hanno lasciato le tracce più significative nell’attività architettonica sia militare sia, soprattutto, ecclesiastica.

Le strutture ecclesiastiche sono ancora oggi tra le ricchezze più significative dell’isola sarda. I turisti le visitano, le fotografano e le loro foto sono note in tutta Italia, per la loro bellezza.

Dall’epoca nuragica ai giorni nostri, la Sardegna è un forziere di ricchezze per gli occhi e per la mente. Il patrimonio culturale immateriale, poi, offre emozioni uniche. Senza dimenticare festival e rassegne che animano l’isola in una festa che dura 12 mesi l’anno.

About Ilaria Bandini

Ilaria Bandini
Ilaria Bandini, nata a Cagliari il 7 novembre 1997. Studentessa di Scienze della Comunicazione. Presidente dell'associazione ONLUS a tutela degli animali, chiamata La strada verso casa.

Controlla anche

galtelli chiesa

Galtellì: crocifisso rubato in chiesa, restituito dopo 30 anni

Un crocifisso in legno del 15/o secolo venne rubato nella Chiesa del Santissimo Crocifisso di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *