Janas
oristanese

Ambiente: firmato a Oristano contratto zone umide costiere

Dieci comuni dell’Oristanese si impegnano per la tutela delle zone umide del Golfo di Oristano

Dieci comuni dell’Oristanese, l’Assessorato regionale dell’Ambiente, la Provincia di Oristano e il Consorzio di Bonifica Oristanese si impegnano per la tutela delle zone umide del Golfo di Oristano e della penisola del Sinis verso uno sviluppo più sostenibile del loro territorio.

Nella SU, i delegati del progetto Maristanis, Gianni Lampis, Massimo Torrente e inoltre Carlo Corrias, si riuniscono per firmare il Contratto delle zone umide costiere dell’Oristanese.

Un lungo percorso partecipato, con il supporto tecnico della Fondazione Medsea nell’ambito del progetto Maristanis. Questo ha portato alla individuazione degli obiettivi prioritari e delle principali iniziative da realizzare nei prossimi anni. In tal modo si punta a migliorare la tutela e la valorizzazione di uno dei più importanti sistemi di zone umide dell’intero bacino del Mediterraneo.

I comuni hanno scelto Sandro Pili e Andrea Abis come coordinatore e vice coordinatore del Gruppo di Coordinamento, . Questo è l’organismo politico che avrà il compito di dirigere la reale attuazione del Contratto.

Le parole dell’assessore Lampis


“Con il ‘Contratto delle zone umide marino-costiere’ dell’Oristanese, nell’ambito del progetto ‘Maristanis‘. Afferma così l’assessore Lampis – poniamo le condizioni per la tutela e la valorizzazione delle qualità ambientali e paesaggistiche e, inoltre, per una gestione integrata delle zone umide del Golfo di Oristano che sono in ogni caso una risorsa indispensabile per l’area. Un accordo per la crescita dei territori che hanno deciso di puntare sulle peculiarità ambientali e anche come opportunità di sviluppo”.
“Il Contratto prevede una gestione integrata delle zone umide marino-costiere, che in Sardegna hanno un ruolo fondamentale, per arrivare ad una più efficace salvaguardia e tutela ambientale e ad un nuovo modello di sviluppo locale incentrato sulla qualità delle risorse ambientali e sulle peculiarità socioculturali del territorio.

La Regione intende promuovere l’uso sostenibile delle risorse costiere e la sensibilizzazione dei cittadini su valore, conservazione e tutela delle coste. Ha evidenziato l’Assessore “Grazie al ‘Contratto’ si potranno promuovere politiche di sostenibilità ambientale compatibili con quelle di sviluppo del territorio. Si potrà inoltre fornire soluzioni concrete per l’adattamento ai cambiamenti climatici come inoltre attraverso la gestione e la conservazione degli ecosistemi marino-costiere. E, inoltre, realizzare un modello di sviluppo economico e sociale innovativo alfine che si basi sulla tutela delle risorse ambientali. E la promozione di buone pratiche di green e blue economy”.

About Simone Usai

Simone Usai
Studente universitario presso Università di Cagliari, amante di libri e musica con passione per la ludica on the side.

Controlla anche

diminuzione emissioni gas serra

Emissioni di gas serra in calo ma è l’effetto Covid

Per il 2020 l’Ispra stima abbassamento di emissioni di gas serra del -9,8% rispetto al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *