Alexa Unica Radio

Realtà virtuale può provocare malesseri che durano anche più di 50 minuti secondo studio

La realtà virtuale può incidere negativamente nella realtà effettiva delle persone che vi si immergono, secondo uno studio australiano.

Realtà virtuale

Un nuovo studio apparso sul Journal of Medical Internet Research avverte di nuovi pericoli riguardo all’utilizzo della realtà virtuale. I ricercatori dell’Università dell’Australia Meridionale hanno analizzato le conseguenze relativa ad uno dei giochi più popolari della categoria degli “exergame”, Beat Saber. Si tratta di quei giochi indicati soprattutto per chi trascorre una vita sedentaria in quanto possono essere considerati, anche, una forma di esercizio fisico.

Gli effetti collaterali di Beat Saber

Analizzando i giocatori che effettuavano sedute di realtà virtuale con questo gioco, i ricercatori si accorgevano che un soggetto su sette riportava un qualche malessere legato alla permanenza nella realtà virtuale fino a 40 minuti dopo aver smesso di giocare. Questo malessere riguardava i tempi di reazione e la visione e poteva provocare nausea.

Gli stessi i ricercatori scoprivano che questi effetti erano diversi a seconda di chi giocava. Per alcuni soggetti la permanenza e le azioni nella realtà virtuale erano tollerate molto meglio mentre per altri si avevano effetti collaterali anche di lunga durata, fino a 50 minuti dopo aver smesso di giocare.

L’analisi degli autori

“Non c’è dubbio che la VR offra vantaggi senza precedenti a una vasta gamma di applicazioni, ma è importante essere cauti su come le nuove tecnologie possono influenzarti, sia durante che dopo il gioco”, spiega Ancret Szpak, il ricercatore che ha guidato lo studio.

Secondo il ricercatore se si giocano queste tipologie di videogiochi, soprattutto per le prime volte, è sempre bene aspettare dopo aver smesso di giocare. In questo modo si può valutare come ci si senta prima di intraprendere altre azioni – come guidare un’auto – che potrebbero risultare pericolose se gli effetti della realtà virtuale dovessero perdurare. “È sempre meglio prestare attenzione con l’ignoto”, rivela il ricercatore il comunicato stampa.

About Fabio Allegra

Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cagliari. Non apprezzo il maestrale.

Controlla anche

5739600 0713 vaccino ansa..

l’AIFA e il vaccino AstraZeneca per gli over55

Dopo le polemiche sollevate anche dal mondo scientifico, l’Agenzia nazionale del Farmaco rimuove le iniziali …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *