Alexa Unica Radio
a60eec59d220672323a6734c193bc746 bb 1
a60eec59d220672323a6734c193bc746 bb 1

Coronavirus, siamo già a 4mila varianti

Sono circa 4 mila le varianti del coronavirus in circolazione al momento nel mondo” e le aziende farmaceutiche stanno lavorando per migliorare i vaccini prodotti. Lo ha affermato il sottosegretario britannico allo Sviluppo dei vaccini, Nadhim Zahawi, in un’intervista a SkyNews.


https://www.youtube.com/watch?v=RlLxYnvg9-g

“È molto improbabile che l’attuale il vaccino non sia efficace sulle varianti. Specialmente quando si tratta di malattie gravi e ricoveri”. Ha affermato il sottosegretario. Ricordando che “tutti i produttori, Pfizer-Biontech, Moderna, Oxford-AstraZeneca e altri. Stanno valutando come migliorare il loro vaccino per assicurarsi di essere pronti per qualsiasi variante”. 

a60eec59d220672323a6734c193bc746 bb coronavirus varianti

È il Paese che ha registrato il numero di morti più alto al mondo. Un numero che finora ha superato i 450mila decessi. Il triste primato è degli Stati Uniti, che contano 450.681 vittime del Covid a fronte di un totale di 26.554.792 casi di contagio. Quasi la metà delle persone a livello globale che hanno perso la vita a causa della pandemia, ovvero oltre 1,1 milioni, si concentra in soli cinque Paesi: gli altri quattro, oltre agli Usa, sono Brasile (227.563), Messico (161.240), India (154.703) e Regno Unito (109.547).

Mentre il mondo fa i conti con l’avanzata delle mutazioni – in particolari quella inglese, sudafricana e brasiliana – Nadhim Zahawi, il sottosegretario del governo britannico responsabile della campagna di vaccinazione, ha dichiarato che ci sono circa 4mila varianti del virus e tutti i produttori, comprese Pfizer e AstraZeneca, stanno tentando di migliorare i loro vaccini per garantire l’immunità anche contro le nuove versioni del Covid-19. Per Zahawi, “è molto improbabile” che gli attuali vaccini non siano efficaci contro le attuali varianti del virus, “specialmente quando si tratta di casi gravi e di ospedalizzazioni”. E dai Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), l’agenzia federale Usa per la prevenzione delle malattie, spiegano che la cosiddetta variate inglese del coronavirus, conosciuta anche come ‘B.1.1.7’, sia più mortale del ceppo originale del virus. Stessa conclusione a cui era arrivato il Regno Unito.

About Barbara Nateri

Amante del cinema impegnato e del cult di genere, del cantautorato italiano come Fabrizio de André e Francesco Guccini, mi piace leggere romanzi di formazione di avventura e horror, amante dei gatti, del giornalismo, della cultura orientale e dell'avventura, mi piace viaggiare alla scoperta di luoghi folkloristici, indagare sulle tradizioni visive e musicali della mia terra e non solo.

Controlla anche

covid

Covid Italia: mortalità non vaccinati 9 volte più alta rispetto a chi ha booster.

Get Widget “Tasso di mortalità legato al Covid” Persone di età superiore ai 5 anni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.