Alexa Unica Radio

Oristano: inaugurazione progetto No SprecOr

No SprecOr: a Oristano un progetto per la ridistribuzione del cibo invenduto di gastronomie, bar e ristoranti. Presentazione venerdì 5 febbraio alle 10.

Oristano Torre

Venerdì 5 febbraio alle ore 10, in occasione della Giornata Nazionale di prevenzione dello spreco alimentare, sarà inaugurato in via Masones 16 a Oristano un locale per lo stoccaggio giornaliero del cibo invenduto e donato da diverse attività commerciali della città. Gli alimenti saranno ridistribuiti a persone e famiglie in difficoltà economica segnalate dai Servizi Sociali.

Che cos’è No SprecOr

L’iniziativa nasce nell’ambito del Progetto No SprecOr, nato dalla collaborazione di diverse associazioni di volontariato e dalla generosità di alcune imprese del territorio. Il proposito è quello di dare un contributo al contrasto della povertà e dello spreco alimentare. Questo, concretamente, si vuole ottenerlo sviluppando una rete di solidarietà fra gli Enti del Terzo settore, le istituzioni locali e il settore privato.

Gli obiettivi del progetto

Per perseguire questo scopo, l’associazione Domus Oristano OdV ha ottenuto un finanziamento del Ministero del lavoro e delle Politiche sociali partecipando a un bando della Regione Sardegna. Nell’iniziativa, è sostenuta da altre associazioni del territorio: Cittadinanzattiva Sardegna, Associazione Volontari pro Carceri, Caritas diocesana Oristano, OSVIC e Rotary Club Oristano. Insieme con esse, si è prefissata diversi obiettivi:

  • promuovere nella cittadinanza la cultura del rispetto e recupero del cibo;
  • potenziare i servizi di sostegno alimentare a favore delle fasce deboli della popolazione con l’allestimento di un locale di raccolta, stoccaggio e distribuzione del cibo avanzato da ristoranti, mense, tavole calde, rosticcerie, gastronomie e attività similari;
  • avviare un confronto con i referenti degli enti locali, per l’attivazione di uno sconto sulla TARI per le imprese che donano il cibo in coerenza con la L. 166 del 19 agosto 2016.

Le prime iniziative di No SprecOr

I primi passi risultati non si sono fatti attendere: in primis l’allestimento del locale per lo stoccaggio; poi la pubblicazione di un opuscolo che riassume le agevolazioni fiscali previste per le imprese che donano le proprie eccedenze. Tuttavia, la parte fondamentale sono le diverse imprese cittadine che hanno già aderito all’iniziativa e doneranno il cibo invenduto al progetto No SprecOr. Si tratta della prova di una grande generosità soprattutto in un momento come questo in cui, proprio le imprese del comparto bar e ristorazione, sono tra le più penalizzate.

About Fabio Allegra

Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cagliari. Non apprezzo il maestrale.

Controlla anche

mariella fabbris cibo angelico 2 1

“Cibo Angelico”, spettacolo di Teatro e Cucina a Cagliari

Sabato 28 agosto 2021 ore 21.00 “CIBO ANGELICO” spettacolo di teatro e cucina (con la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *