Alexa Unica Radio

Nell’oristanese Special Olympics insegna l’inclusione nelle scuole tramite lo sport

A Baratili San Pietro ha fatto visita il Team Sardegna di Special Olympics per una giornata di sport nel segno dell’integrazione delle persone con disabilità.

Special Olympics Baratili

Giocare e imparare insieme per creare un mondo più inclusivo. Quella del 29 gennaio a Baratili San Pietro è stata una giornata di scuola diversa. Infatti, grazie alla collaborazione con Special Olympics Italia Team Sardegna, è arrivato il Progetto scuola Be different, PlayUnified. Alunni e insegnanti delle classi quinta elementare e terza media dell’Istituto comprensivo di San Vero Milis, hanno avuto modo di comprendere, attraverso lo sport, l’importanza dell’inclusione.

I dettagli del progetto

“Be different, PlayUnified” (indirizzato a Istituti di ogni ordine e grado) promuove quindi l’uguaglianza e l’accettazione. L’obiettivo è aiutare gli studenti con e senza disabilità intellettiva, attraverso lo sport, a trovare la loro voce, a diventare agenti del cambiamento che si battono per il rispetto e l’inclusione sociale

Il percorso didattico prevede sia momenti di preparazione teorica coerente con le altre materie curricolari, che una fase di impegno pratico. Le attività sono finalizzate alla formazione di un team scolastico: un gruppo di insegnanti, personale non docente, familiari e volontari organizzati intorno agli alunni con disabilità, oppure preparati a collaborare con i team del territorio.

Nelle scuole gli alunni con disabilità secondo i dati MIUR costituiscono il 2,7% dei frequentanti (di cui il 65,3% presenta una disabilità intellettiva). Si capisce quindi quanto sia fondamentale supportare i docenti con progetti mirati all’integrazione dell’alunno con disabilità intellettiva.

Che cos’è Special Olympics

Special Olympics è un Movimento globale che dal 1968 si propone di creare un mondo dove vi siano inclusione, rispetto e dove ogni singola persona venga accettata e accolta, indipendentemente dalla sua capacità.  Propone lo sport come mezzo per favorire la crescita personale, l’autonomia e la piena integrazione per le persone con disabilità intellettiva. Il movimento organizza allenamenti e competizioni per persone con disabilità intellettiva di ogni età. In questo modo si creano momenti di sport attraverso i quali sentirsi accettati e pienamente coinvolti.

About Fabio Allegra

Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cagliari. Non apprezzo il maestrale.

Controlla anche

concorsi

Concorsi per scuole e università Sardegna2030

Get Widget Apre la piattaforma online per partecipare a due nuovi concorsi. Nuove opportunità sul …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.