Janas
ortodonzia, risparmio, disinformazione
dentist 4012697 960 720

Disinformazione alla base dell’ortodonzia low-quality

 Alla base della corsa al “sorriso fai-da-te” ci sono probabilmente la disinformazione dei pazienti, così come le crescenti difficoltà legate alla crisi economica

Sui canali social negli ultimi mesi è boom di proposte di trattamenti ortodontici a distanza o di bite notturni automodellanti contro il bruxismo. Alla base della sfrenata corsa al “sorriso fai-da-te” ci sono probabilmente la disinformazione dei pazienti. Inoltre un’altra causa sono le crescenti difficoltà economiche e le preoccupazioni delle famiglie legate alla grave crisi economica in corso, causata dalla pandemia.

ASIO è l‘Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia e mette in guardia sui rischi e pericoli legati ai diversi prodotti ortodontici e odontoiatrici a basso costo. Questi ultimi incentivano la cosiddetta Ortodonzia fai da te.

I risultati degli studi studi clinici

Un recentissimo studio pubblicato sull’American Journal of Orthodontics ha evidenziato come i pazienti attenti alla qualità del trattamento preferiscano scegliere Specialisti in Ortodonzia. Al contrario, trattamenti “fai da te” sono preferiti da pazienti poco interessati alle cure ortodontiche e principalmente attenti al risparmio economico. Queste considerazioni, riportano gli Autori, spingono i genitori a prediligere di certo uno Specialista in Ortodontista per il trattamento del loro bambino.

Analogamente, uno studio clinico pubblicato nel 2020 dall’Università del Michigan sulla rivista Clinical and Experimental Dental Research ha riportato come sia difficile ottenere standard clinici soddisfacenti con bite automodellanti. In questo modo si riscontra una maggiore attività parafunzionale notturna. In considerazione dei dati ottenuti, si è arrivata alla conclusione che quando fosse utilizzato un presidio automodellante “da banco”, sarebbe consigliabile la supervisione dello specialista. Questo perché solo un professionista del settore può valutarne i risultati ottenuti e possibili effetti collaterali.

Il risparmio sempre più crescente sulle terapie ortodontiche

Oggi più che mai, probabilmente per il momento di grande paura e incertezza economica che stiamo vivendo, -puntualizza il Presidente ASIO, Dott. Giorgio Iodice – il concetto che se ordino online risparmio sembra affermarsi sempre più. Un principio economico che non può e non deve valere per le cure mediche; in particolar modo per le terapie ortodontiche, che non possono essere sostituite da un semplice clic.

Ricordiamo che i trattamenti ortodontici sono una terapia medica. Alla base di tale terapia c’è e ci deve sempre essere un’appropriata diagnosi, specifica per il singolo paziente. A questa deve seguire un piano di trattamento, un attento, minuzioso e continuo monitoraggio e, non meno importante, un follow-up post-trattamento.

L’importanza di affidarsi a uno specialista

La scelta della terapia più corretta da seguire per correggere malocclusioni, ottenere un corretto allineamento dentale o gestire gli effetti del bruxismo e delle parafunzioni deve essere prescritta ed effettuata da uno specialista. Come ASIO abbiamo più volte sottolineato l’importanza – continua il Dott. Iodice – di rivolgersi ad uno Specialista in Ortodonzia per ottenere una corretta diagnosi ed una terapia appropriata. Per questo i nostri Soci, mettono a disposizione la loro competenza per seguire da vicino i propri pazienti”.

Il 65% degli italiani è preoccupato per il contagio (per sé o familiari) da Covid-19, mentre il 23% teme per la perdita del lavoro o dei risparmi. Questo è quanto emerge dall’ultima indagine condotta da Acri-Ipsos dal titolo “Risparmio: futuro e presente” in occasione della 96ma Giornata del Risparmio. Il maggior timore degli italiani è rappresentato, infatti, dall’incertezza economica sul futuro legata inevitabilmente alla pandemia da Covid -19.

Una delle conseguenze più marcate di questa situazione è stata proprio una notevole contrazione non solo dei consumi ma anche e soprattutto delle spese mediche.

Il parere degli esperti

“L’allineamento dei denti tramite allineatori dentali invisibili – sottolinea il Presidente ASIO, Dott. Giorgio Iodice – è una pratica che sta riscontrando sempre di più l’apprezzamento di una larghissima fascia di pazienti che, pur desiderando un trattamento ortodontico, non sono disposti a rinunciare alla libertà di poter condurre una normale vita sociale

Tuttavia è bene ricordare – continua il Dott. Iodice – che ogni trattamento di ortodonzia invisibile, con mascherine trasparenti, così come i classici apparecchi ortodontici fissi, e qualsiasi altro trattamento ortodontico, deve essere costantemente impostato, gestito e monitorato dallo specialista che ne valuta il corretto svolgimento momento dopo momento. Il controllo pertanto è scrupoloso e può essere rielaborato a seconda del risultato che si intende raggiungere, per un effetto ottimale”.

L’Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia, in questo particolare periodo, lancia l’allarme sui tanti tentativi di marketing pubblicitario, spesso molto aggressivo, rivolto ad alcune cure ortodontiche cosiddette “fai da te”.

Le raccomandazioni di Asio

Gli Specialisti di Asio, pertanto, raccomandano in questo momento di grande incertezza, di non risparmiare sulla propria salute e quella dei propri cari, poiché tutto questo ha dei risvolti molto pericolosi e dannosi che possono compromettere nel futuro la nostra salute e soprattutto vanificare gli sforzi di correzione fatti finora.

“Questo inizio di anno ancora così difficile – conclude il Presidente ASIO – ci pone di fronte a momenti dolorosi e sfide importanti. Pur nell’incertezza dello scenario in cui ci stiamo muovendo, abbiamo sempre messo in campo iniziative che vanno ad aiutare i nostri pazienti agendo nel loro interesse primario, ossia una corretta diagnosi e, se necessario, opportuna terapia ortodontica. La crisi non può e non deve limitare la possibilità all’accesso ad una sanità ed un’Ortodonzia di qualità, un’Ortodonzia di Specialità ”.

About Elena Mameli

Elena Mameli
Mi chiamo Elena, sono una ragazza di 22 anni e vivo a Sardara. Frequento l'indirizzo storico artistico della facoltà di beni culturali e spettacolo.

Controlla anche

GettyImages 1220925841 kixF U3200732353417mED 656x492@Corriere Web Sezioni

Pieno di braccia per nuotare dentro di noi: il Covid visto dai bambini

La psicoterapeuta: “Aiutiamoli con il gioco a far emergere la paura del Covid, ma proteggiamoli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *