Janas
australia

Australia: un progetto hi-tech per ricostruire il territorio devastato dagli incendi

Mentre la terra brucia di nuovo, in Australia Wwf, Conservation International e Google cercano di far ripartire le aree coinvolte l scorso anno.

Australia incendi

An Eye on Recovery è il nuovo progetto di WWF-Australia e Conservation International, realizzato grazie al supporto di Google.org: uno dei più grandi programmi di sorveglianza post-incendi mai intrapresi in Australia.

I dettagli del progetto

L’entità dei danni è stata elevatissima, tanto che un anno dopo il WWF e gli scienziati sono ancora sul campo per condurre valutazioni ecologiche relative all’impatto dei drammatici incendi sulla biodiversità locale. Mentre una nuova stagione dei roghi è iniziata.

Per questo è così importante Wildlife Insights, una piattaforma alimentata dall’intelligenza artificiale di Google. Grazie ad essa, i ricercatori di tutto il paese caricheranno e condivideranno con semplicità le foto scattate dalle fototrappole. In questo modo potranno capire più velocemente quali specie siano sopravvissute nelle zone colpite e determinare dove le azioni di recupero siano più urgenti.

Oltre 600 fototrappole saranno installate per monitorare la fauna selvatica in aree devastate come le Blue Mountains, East Gippsland, Kangaroo Island e il South East Queensland.

Primi segni di nuova vita catturati dagli obiettivi nascosti

A novembre, le prime 100 fototrappole sono state installate a Kangaroo Island, dove gran parte della foresta nativa è stata distrutta dalle fiamme, ma dove la fauna locale ha mostrato anche primi segni di ripresa. Una delle fototrappole, infatti, durante la notte ha ripreso un dunnart, adorabile quanto sfuggente marsupiale notturno di colore grigio, e specie a rischio a causa della distruzione del suo habitat e degli incendi.

Grazie alla piattaforma Wildlife Insights, ora sarà possibile identificare oltre 700 specie di fauna selvatica in pochi secondi e scartare velocemente le immagini inutili. Questo sarà di grande aiuto per gli scienziati e gli ecologi.

Il WWF punta a grandi traguardi

La tecnologia fornirà un aiuto fondamentale anche a Regenerate Australia, il programma quinquennale del WWF da 300 milioni di dollari. L’obiettivo è supportare azioni di ripristino degli habitat, di recupero della fauna selvatica e trasformare l’Australia in un Paese a basse emissioni di carbonio.

About Fabio Allegra

Fabio Allegra
Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cagliari. Non apprezzo il maestrale.

Controlla anche

Tecnologia: gli occhiali Apple che potrebbero sostituire gli iPhone

Addio smartphone? Nel 2022 una nuova tecnologia potrebbe mettere fine, o definire una scadenza, all’apparecchio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *