Alexa Unica Radio
Vaccino Covid

Vaccino Covid: può essere obbligatorio

Il dibattito tra vaccino obbligatorio e forte raccomandazione dovrebbe attestarsi sull’obbligatorietà. Per la semplice considerazione dell’assoluta priorità degli interessi in gioco. Per la tutela dell’incolumità e della salute individuale e pubblica.

Restando in tema di vaccini, un gran numero sono già obbligatori perché l’utilità riconosciuta è tale che nessuno dovrebbe, per alcuna ragione, non poterne beneficiare.

Si pensi alla vaccinazione esavalente: anti difterite, tetano, pertosse, poliomielite, Haemophilus influenzae di tipo B e epatite B. E alle vaccinazioni anti-morbillo-parotite-rosolia e anti-varicella, alla vaccinazione anti difterite, tetano, pertosse, poliomielite. O alle vaccinazioni anti-morbillo-parotite-rosolia e anti-varicella. Qui si possono consultare tutte le vaccinazioni per età.

Non si capisce quindi, per quale ragione, avendone verificata la sicurezza, anche quello anti-Covid non dovrebbe essere un vaccino obbligatorio. Viste le gravi conseguenze che il virus ha dimostrato di avere sui singoli individui.

Non si capisce perché la vaccinazione contro il tetano possa essere obbligatoria senza che alcuno gridi alla “dittatura sanitaria” o alla “dittatura dei vaccini”. E non quella contro un virus dalle conseguenze altrettanto letali, non solo per chi lo contrae. Ma anche per chi venga in contatto.

Esisterebbe infatti, oltre a quella legale, anche una obbligatorietà “etica” del vaccino di chiunque, professionalmente o non a contatto con altri ogni giorno. Ci si può non solo contagiare. Ma essere anche amplificatore del contagio. Così si è espresso anche il Papa al riguardo.

Di diversa natura in quanto non implicano una iniezione, sono innumerevoli prescrizioni normative obbligatorie. E che hanno come scopo la tutela dell’incolumità e della salute individuale. Si pensi all’obbligo di allacciare la cintura in auto, al casco per le moto, a specifiche protezioni in ragione di particolari lavori.

https://www.diritto.net/

About Francesca Pinna

Amo il mare, la tradizione, il cibo: la mia terra, la Sardegna. Quindi da ciò potreste dedurre che amo osservare i bei tramonti, godermi la tranquillità che regna in questa regione, e mangiare. Ma a parte ciò, sono una persona che ama imparare, per migliorarmi ogni giorno sempre di più. Perché un bel giorno voglio girarmi, guardarmi dietro le spalle e poter dire: «Sì, hai raggiunto un bel traguardo e ne hai fatto di strada!»

Controlla anche

Vaccino covid, terza dose e booster: chi le riceve e quando

La terza dose addizionale del vaccino covid in Italia sarà somministrata almeno dopo 28 giorni dall’ultima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *