Alexa Unica Radio
Studenti in piazza

Studenti in piazza contro la didattica a distanza

Doveva essere solo una manifestazione di poche città. Poi la protesta degli studenti si è allargata a macchia d’olio da Nord a Sud.

Una protesta da Nord a Sud per protestare contro la didattica a distanza. E sollecitare il ritorno in classe delle scuole superiori. 
In 14 città gli studenti hanno dichiarato uno sciopero della didattica a distanza, protestando per il trattamento ricevuto nel corso degli ultimi giorni. Gli studenti hanno contestato le promesse non mantenute. Per quanto riguarda le riaperture delle scuole e le misure anti-Covid poco convincenti. 

“Vogliamo mettere in luce le mancanze di un sistema che vive continui tagli da vent’anni – dice Flavia, studentessa di un liceo milanese -. Vogliamo evidenziare che la scuola non è oggi prioritaria come dovrebbe. Vogliamo esprimere dissenso per la gestione pessima di questo secondo rientro scolastico.”
Quindi, gli studenti sottolineano la necessità di misure più adeguate. E un sistema dei trasporti adeguato al periodo storico che stiamo vivendo. Per rendere la scuola di nuovo sicura.  

https://www.primapress.it/

About Francesca Pinna

Amo il mare, la tradizione, il cibo: la mia terra, la Sardegna. Quindi da ciò potreste dedurre che amo osservare i bei tramonti, godermi la tranquillità che regna in questa regione, e mangiare. Ma a parte ciò, sono una persona che ama imparare, per migliorarmi ogni giorno sempre di più. Perché un bel giorno voglio girarmi, guardarmi dietro le spalle e poter dire: «Sì, hai raggiunto un bel traguardo e ne hai fatto di strada!»

Controlla anche

Reset Unica Sara

Una guida per gli studenti universitari firmata RESET

Get Widget La controguida con “L’ABC delle matricole” realizzata dall’Associazione studentesca Reset per il nuovo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.