Janas
Scuola

Scuola: insieme si ferma anche l’economia

“Se si ferma la Scuola, si ferma l’economia.” Lo sostiene il presidente del Sindacato nazionale “Orizzonte Docenti”, Antonino Ballarino. Secondo il quale oltre al personale medico, vanno vaccinati docenti, dirigenti scolastici e personale Ata. Per tenere il virus il più lontano possibile dalle scuole.

“Se davvero teniamo alla scuola, proteggiamola nella sua componente più importante! E che adesso sia stato prorogato il rientro a scuola degli studenti, ritengo che tale decisione sarà utile solo se nel frattempo si lavorerà per creare quegli standard di sicurezza tali da garantire la ripresa delle lezioni senza correre rischi, adottando le opportune misure. E una di questa – sottolinea il presidente Ballarino – è quella di vaccinare tutto il personale scolastico, con diversi vantaggi. Per evitare l’interruzione delle attività scolastiche e proteggere gli studenti, alcuni di loro portatori di fragilità.”

“E poi la scuola non è un focolaio di contagio! ­ – aggiunge il presidente del Orizzonte Docenti -. Grazie all’impegno di tutti, grazie pure agli investimenti e agli sforzi di dirigenti scolastici e docenti, quelli della scuola sono spazi sicuri. Certamente più sicuri di altri ambienti. Sono due milioni di persone fra docenti e non docenti. Ma il problema sta fuori la scuola: dobbiamo stare attenti ai giovani che, attraverso attività esterne e comportamenti superficiali, rischiano di provocare la crescita dei numeri dei contagiati, compresi i propri famigliari. Oltre alle occasioni di affollamento, una causa di diffusione del virus possono essere i mezzi pubblici. Perché i ragazzi si spostano anche per altri motivi, oltre che per andare a scuola. Perciò non si perda altro tempo – conclude Antonino Ballarino, presidente del SINOD – e si vaccini subito il personale scolastico. Senza più attendere mesi, o ritengo sarà troppo tardi farlo dopo. E si torni a scuola, in presenza ma in sicurezza!”

imgpress

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Francesca Pinna

Francesca Pinna
Amo il mare, la tradizione, il cibo: la mia terra, la Sardegna. Quindi da ciò potreste dedurre che amo osservare i bei tramonti, godermi la tranquillità che regna in questa regione, e mangiare. Ma a parte ciò, sono una persona che ama imparare, per migliorarmi ogni giorno sempre di più. Perché un bel giorno voglio girarmi, guardarmi dietro le spalle e poter dire: «Sì, hai raggiunto un bel traguardo e ne hai fatto di strada!»

Controlla anche

covid 3

Vaccino: Iss studia un vaccino anti-Covid a lunga copertura

Vaccino: è attualmente in fase di studio preclinico, su modelli animali. E tale fase non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *