Janas
fotografia

LA FOTOGRAFIA DI MONICA CORDIVIOLA

Monica Cordiviola è una donna bellissima. Ma soprattutto è una bravissima fotografa professionista. Nata in Toscana vive a Milano con alle spalle un giro attraverso il Belpaese. Professionalmente si definisce una ritrattista, prestata alla moda e al mondo dei Masterchef e personaggi dello spettacolo. Al suo attivo parecchie mostre, a Firenze, Milano, Arezzo: autrice dell’anno al prestigioso festival della fotografia a Corigliano Calabro nel 2018.

Attualmente è docente nei workshop che organizzo in giro in Italia e in Europa. Detto ciò i dettagli più importanti sono la creatività e l’immaginazione che mette nei suoi scatti. La donna che immortala è un inno all’autostima. Di più. Un’icona di bellezza a cui non piace ostentare, ma piuttosto lasciarsi scoprire. Com’è nella filosofia della vera seduzione: le donne dovrebbero sempre sentirsi così belle, desiderate, intriganti. Non c’è bisogno di essere Gisele Bündche, la top model brasiliana, alta magra, perfetta. Sentirsi bellissima vuol dire sentirsi affascinante. E si è affascinanti quando ci si esprime al meglio con i movimenti, le pose, il modo di vestire o… svestire.




Monica attraverso il suo obiettivo fotografico è in grado di dialogare con chiunque, con disinvoltura e malizia. E quel che ritrae è sublime. Le sue modelle profumano di femminilità e freschezza: gocce di rugiada mattutina, muschio, petali di peonia, fiore della passione. Tutto è seducente nel suo set fotografico.  Il corpo è il vero protagonista delle immagini di Monica Cordiviola. Esso è inevitabilmente il punto di partenza per comunicare e la fotografia è il mezzo di cui si serve per farlo. Ne deriva una visione della donna che si distanzia da quella proposta attualmente dalla società; sensualità, carattere e grande personalità risultano i caratteri peculiari delle sue donne.

Monica le tue modelle sono perfette testimonial di bellezza. Epperò, diciamolo chiaramente, molto del merito è della tua bravura a immortalare volti, corpi e sguardi. Ti saresti mai aspettata di diventare così brava?

Innanzitutto ti ringrazio per le tue parole. Onestamente non so se mi sarei aspettata di diventare così brava nel ritrarre le “mie” donne; sicuramente so di avere da sempre avuto un’attitudine nel farlo e contestualmente anche una naturalezza nel ritrarre donne, indipendentemente dalla loro avvenenza fisica. Non so da cosa nasca ma è così, lo è sempre stato sin da quando ho preso in mano una macchina fotografica per la prima volta.

Quando è cominciato tutto questo?

È cominciato tutto relativamente tardi, ovvero una ventina di anni or sono, però devo confessarti di essere sempre stata attratta dalla fotografia, prima solo come “spettatrice” che divorava libri e immagini sul tema poi ad un certo punto mi sono messa all’opera, per caso, fino a diventare un’ossessione che si è trasformata in una professione.

C’è un filo che lega la tua vita quotidiana con le immagini che scatti?

Diciamo che come spesso mi capita di scrivere, “io sono la mia fotografia” esattamente come penso che per noi fotografi sia giusto che siano le nostre fotografie a parlare per noi. Sì, essendo donna e poi fotografa, molto attenta alla femminilità, il mio quotidiano fa si che sia inevitabilmente collegato con il mio lavoro.








https://www.unicaradio.it/2020/10/tour-europeo-per-la-mostra-fotografica-di-francesco-zizola/

 

About Melania Vinci

Melania Vinci
Mi chiamo Melania Vinci, sono una studentessa di Lingue e Comunicazione dell'Università di Cagliari. Interessata al giornalismo fin dal liceo, facevo parte della redazione del giornale del mio istituto. Sono molto appassionata anche di cinema, musica e ho un amore folle per i viaggi e tutto ciò che è scambio culturale.

Controlla anche

download 5

Sostenibilità e cosmetica green, matita che si pianta

L’innovazione intende stimolare l’industria della bellezza. A muoversi in direzione di una maggiore sostenibilità. Visto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *