Alexa Unica Radio
Befana

Befana ospedale Sassari, per regalare un sorriso

Iniziative in Neuropsichiatria infantile dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Sassari. La Befana della Polizia locale regala un sorriso ai bambini del reparto di Neuropsichiatria infantile.

La Befana della Polizia locale regala un sorriso. E poi una calza piena di dolciumi ai bambini delle case famiglia presenti in città. E del reparto di Neuropsichiatria infantile dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Sassari, in viale san Pietro.

Al Comando di via Carlo Felice è stata, infatti, organizzata la raccolta fondi. Per acquistare le calze con caramelle e cioccolati. E stamattina gli agenti della Polizia locale le hanno, di conseguenza, consegnate in diverse strutture.
Nell’ospedale di viale san Pietro, ad accoglierli all’ingresso, c’erano i medici del reparto di Neuropsichiatria infantile. E che hanno, quindi, ricevuto il cesto di calze da consegnare ai piccoli ricoverati.

La Befana non viene fermata dalla pandemia. E la solidarietà in un periodo come questo è ancora più presente. Forse il virus ci ha fatto capire le difficoltà di chi si trova in una situazione diversa dalla nostra. Ma per diversa si intende una condizione davvero difficile. 
In un periodo come questo, la speranza è rappresentata dal vaccino, per dimenticare un 2020 ricco di ostacoli. La speranza è un buon modo per iniziare un nuovo anno. 

https://www.ansa.it/

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Francesca Pinna

Amo il mare, la tradizione, il cibo: la mia terra, la Sardegna. Quindi da ciò potreste dedurre che amo osservare i bei tramonti, godermi la tranquillità che regna in questa regione, e mangiare. Ma a parte ciò, sono una persona che ama imparare, per migliorarmi ogni giorno sempre di più. Perché un bel giorno voglio girarmi, guardarmi dietro le spalle e poter dire: «Sì, hai raggiunto un bel traguardo e ne hai fatto di strada!»

Controlla anche

diabete

Diabete: al via la campagna per consulenze gratuite

‘Pronto Diabete’ rivolta alle persone con diabete di tipo 2. Un’iniziativa per la collaborazione tra …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *