Alexa Unica Radio
onde gravitazionali

Onde gravitazionali “modificate” rivelano dati sull’universo

Secondo Ezquiaga, ricercatore del Kavli Institute for Cosmological Physics presso l’UChicago, si potrebbero scoprire modifiche sulla gravità, qualora esistano, studiando le onde gravitazionali

 

Onde gravitazionali “modificate” rivelano dati interessanti sulla gravità dell’universo stesso. Secondo l’aggiornamento dell’osservatorio Ligo, osservatorio statunitense ideato per il rilevamento delle onde gravitazionali, se ne potranno intercettare forse centinaia all’anno. Questo renderebbe più probabile intercettarne una con una firma “modificata”, ossia una che ha attraversato un oggetto dall’enorme massa.

In particolare secondo Ezquiaga, ricercatore del Kavli Institute for Cosmological Physics presso l’UChicago, si potrebbero scoprire modifiche sulla gravità, qualora esistano, studiando le onde gravitazionali. Queste si presentano come increspature nel tessuto dello spazio-tempo. Le prime le teorizzò Einstein nel secolo scorso e le intercettò solo nel 2015 grazie ad appositi osservatori. Inoltre si propagano quando due oggetti di grossa massa si scontrano. In quel momento si crea una sorta di increspatura che viaggia e che trasporta con sé vari importanti informazioni come una sorta di “firma“. Le onde gravitazionali possono essere causate, per esempio, dallo scontro tra due buchi neri oppure tra due stelle di neutroni.

Inoltre secondo il ricercatore questi campi gravitazionali, una volta partiti dal punto in cui avviene lo scontro, potrebbero colpire un ammasso di galassie durante il loro tragitto verso la Terra. A quel punto la stessa “firma” dell’increspatura subirebbe dei cambiamenti. Qualora ci fossero livelli di gravità diversi rispetto a quanto teorizzato da Einstein in diversi punti dell’universo, ciò potrebbe essere compreso proprio da questa firma modificata. La stessa potrebbe portare con sé “un nuovo modo per sondare scenari che non potevano essere testati prima”, come spiega lo stesso Ezquiaga.

Concludendo è un po’ quello che avviene con la luce normale quando un oggetto di grossa massa si interpone tra noi e ciò che l’ha generata, un fenomeno detto “lente gravitazionale”.

About Isabella Murgia

Isabella Murgia nata a Sassari, ma vivo a Cagliari dalla quinta elementare. Diploma di Liceo scientifico, laurea triennale in filosofia. Passione per il giornalismo e l'informazione.

Controlla anche

MIT: galassia nana Tucana II ha alone di materia oscura massiccio ed enorme

I ricercatori del MIT, autori della scoperta, pensano che le galassie primordiali fossero tutte molto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *