Janas
Cagliari: vacanze finite, si lavora anche a Capodanno

Cagliari: vacanze finite, si lavora anche a Capodanno

Cagliari: vacanze finite, si lavora anche a Capodanno. Domenica contro il Napoli, cinque gare in due settimane.

Cagliari: vacanze finite. Anche a Capodanno rossoblù in campo al centro sportivo di Assemini perché domenica arriva il Napoli.
Ma non solo: gennaio propone cinque sfide ravvicinate nell’arco di due settimane.

Dopo la sfida casalinga con la squadra di Gattuso c’è subito un’altra campana, il Benevento, il giorno della Befana. Il 10 Joao Pedro e compagni vanno al Franchi di Firenze. Poi il 14 però c’è la gara di Coppa Italia con l’Atalanta. E infine il 18 sfida a San Siro con il Milan. Quindici giorni di fuoco che, dopo gli alti e bassi di inizio campionato, definiranno meglio il ruolo del Cagliari in questa stagione.

Un periodo non facile perché, a rendere ingarbugliata la situazione, il 4 gennaio si apre anche il mercato. E il Cagliari è chiamato a prendere delle decisioni. C’è una immagine che circola su Facebook: ritrae Di Francesco in versione bambino con una letterina da consegnare a Babbo Natale.

Il regalo desiderato? Radja. Nainggolan rimane un obiettivo del Cagliari: potrebbe essere il giocatore giusto per provare a fare quel salto di qualità che consentirebbe alla squadra di trovare gli equilibri che ancora mancano a centrocampo. Soprattutto perché Marin e Rog giocano sempre e non ci sono per ora rotazioni collaudate (poco utilizzati Oliva e Caligara) che consentano ai due di rifiatare. Ma bisogna anche fare i conti con le uscite: il Torino considera Pavoletti una delle possibile soluzioni per uscire dalla crisi. Per il Cagliari due problemi: privarsi di un giocatore così in questo momento (il terzultimo posto è a quattro punti) potrebbe essere un azzardo. Ancora di più se si considera che l’attaccante verrebbe ceduto a una concorrente per la salvezza.

Saranno giorni di riflessioni e tentazioni. Da risolvere anche la questione Pisacane: per la prima volta da quando è a Cagliari il giocatore napoletano sta giocando davvero poco. E potrebbe andare via. Ora però c’è il Napoli. Prima cosa: valutare la situazione dei tre giocatori colpiti dal Covid, Klavan, Aresti e Cabras. Di Francesco spera di recuperare anche Faragó, assente per infortunio a Roma. Sulla via del pieno recupero Tripaldelli, infortunio e Ounas, ormai fuori dal Covid. Il franco-algerino è l’unico tra i cinque giocatori colpiti dalla seconda ondata di coronavirus a non avere ancora ripreso a giocare.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Andrea Ennas

Andrea Ennas
Sono un giovane ventenne appassionato di sport, musica e cinema.

Controlla anche

semplici

Benevento-Cagliari, Semplici: “Benevento squadra tosta, il futuro è nelle nostre mani”

Il tecnico del Cagliari illustra lo scontro salvezza contro la squadra di Inzaghi L’allenatore del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *