Janas
Ismett

Ismett: trapianto di polmoni con equipe tutta femminile

Il giorno di Natale una giovane paziente siciliana l’ha potuto trascorrere serena. Dopo un trapianto di entrambi i polmoni nelle scorse settimane all’Ismett. Tutto grazie ad una equipe tutta femminile.

La donna grazie ad un trapianto presso l’IRCCS ISMETT di Palermo, a causa di un’insufficienza respiratoria terminale, passa le feste in serenità.  Nasconde, questo trapianto, al suo interno un’altra storia.

Il complesso intervento è stato, infatti, eseguito in tutte le fasi da una equipe chirurgica femminile. Gli organi sono stati prelevati dalla dottoressa Giorgia Tancredi. Al termine di un intervento di circa 3 ore ed una missione di circa 12 ore fuori regione, infatti, ha trasportato i polmoni all’Ismett in sala operatoria.

Qui, le dottoresse Lavinia De Monte e Domenica Giunta, avevano già iniziato la preparazione del ricevente in perfetta sincronia con l’equipe di prelievo. Hanno, poi, portato a termine il doppio trapianto di polmone. Un intervento della durata di più di 8 ore. Di conseguenza, l’equipe di chirurghe è stata impegnata 24 ore. Insieme a circa altri 30 operatori sanitari che vengono coinvolti nel delicato processo di preparazione e completamento dell’intervento.

“Il successo dell’intervento e la composizione tutta femminile dell’equipe sono un importante risultato. E anche un significativo riconoscimento della attività di chirurgia di alta complessità portata avanti da specialiste chirurghe donne.”, sottolinea Alessandro Bertani, responsabile della divisione di chirurgia toracica e di trapianto di polmone di ISMETT.

“Il trapianto di polmone è un intervento di lunga durata ed elevata complessità tecnica. Può essere portato a termine solo grazie a grande dedizione, competenza e tenacia. Le dottoresse che si dedicano a questa attività chirurgica sono sempre di più in Italia. E dimostrano ottime capacità teoriche, tecniche e di applicazione.”, conclude Bertani.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Francesca Pinna

Francesca Pinna
Amo il mare, la tradizione, il cibo: la mia terra, la Sardegna. Quindi da ciò potreste dedurre che amo osservare i bei tramonti, godermi la tranquillità che regna in questa regione, e mangiare. Ma a parte ciò, sono una persona che ama imparare, per migliorarmi ogni giorno sempre di più. Perché un bel giorno voglio girarmi, guardarmi dietro le spalle e poter dire: «Sì, hai raggiunto un bel traguardo e ne hai fatto di strada!»

Controlla anche

Il rapporto tra scarsa igiene nei luoghi di lavoro e salute

L’89% degli italiani considera la scarsa igiene sul luogo di lavoro una delle cause della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *