Alexa Unica Radio
Le feste

Le feste e la confusione: ecco cosa si può fare e cosa no

È ancora molta la confusione sugli spostamenti che si possono fare durante le feste di Natale e Capodanno. Ecco le Faq.

Dopo l’approvazione del decreto Natale 18 dicembre, il Governo ha pubblicato una serie di Faq per spiegare nel dettaglio cosa si può fare e cosa no.
Prima di tutto, dal 24 dicembre al 6 gennaio è sempre possibile tornare alla propria residenza, domicilio o abitazione, anche se ci si trova in un’altra Regione. Stesso discorso vale per motivi di lavoro, necessità o salute, senza distinzione tra giorni e orari. 

Seconde case

Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 sono vietati tutti gli spostamenti, anche per far visita ad amici o parenti, che comportino l’uscita dalla Regione in cui si vive o in cui si ha la residenza.

In questo arco temporale, gli spostamenti di un nucleo familiare convivente verso le seconde case sono sempre consentiti, dalle 5 alle 22. All’interno della propria Regione, e sempre vietati verso le altre Regioni. È consentito lo spostamento verso la seconda casa di un solo nucleo familiare convivente.

Se le due persone, con la propria famiglia, si sono spostate nella seconda casa, in un’altra Regione, entro il 20 dicembre, e una delle due deve tornare al lavoro nella Regione di provenienza per alcuni giorni, poi non può tornare nella seconda casa.

Ricongiungimento

Se due persone vivono in città diverse per esigenze di lavoro o per altri motivi, una può raggiungere l’altra tra il 21 dicembre e il 6 gennaio. Solo se il luogo scelto per il ricongiungimento coincide con quello in cui si ha la residenza, il domicilio o l’abitazione.

Nei giorni “rossi” durante le feste

Dal 24 dicembre al 6 gennaio, le regole sono anche più rigide. Due persone si possono spostare insieme nei giorni “rossi”, cioè festivi e prefestivi, il 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e il 1°, 2, 3, 5 e 6 gennaio, una sola volta al giorno. Tra le 5 e le 22, per fare visita a parenti o amici, anche verso altri Comuni, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione. Le due persone che si spostano possono comunque portare con sé i figli minori di 14 anni, o altri minori di 14 anni sui quali esercitino la potestà genitoriale. E anche persone disabili o non autosufficienti che vivono con loro.

Nei giorni “arancioni” per le feste del Natale e Capodanno

Due persone si possono anche spostare nei giorni “arancioni”, cioè il 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio, fra le 5 e le 22 all’interno del proprio Comune.
In questi giorni possono anche, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, in un Comune diverso dal proprio, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione.

In questi giorni è possibile anche, per chi vive in un Comune fino a 5mila abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5 e le 22, entro i 30 km dal confine del proprio Comune. Quindi anche in un’altra Regione, con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia. 

https://quifinanza.it/

About Francesca Pinna

Amo il mare, la tradizione, il cibo: la mia terra, la Sardegna. Quindi da ciò potreste dedurre che amo osservare i bei tramonti, godermi la tranquillità che regna in questa regione, e mangiare. Ma a parte ciò, sono una persona che ama imparare, per migliorarmi ogni giorno sempre di più. Perché un bel giorno voglio girarmi, guardarmi dietro le spalle e poter dire: «Sì, hai raggiunto un bel traguardo e ne hai fatto di strada!»

Controlla anche

gran sasso 2739465 960 720

Codice rosso per i ghiacciai italiani: potrebbero sparire presto

Sotto ai 3.500 metri i nostri ghiacciai spariranno entro il 2050 Entro la fine del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *