Alexa Unica Radio
il parco della giara

Il parco della Giara di Gesturi o sa Jara Manna

A Gesturi, nella provincia del sud Sardegna,si può visitare un parco con una flora ricca di endemismi e un ambiente fiabesco

La formazione della Giara ha inizio nel miocene, 20-25 milioni di anni fa, dalla Sardegna sommersa dal mare, si formarono le marne che sono alla base dell’altipiano della Giara, questo momento è descritto e visitabile presso il Geosito di Genoni, noto come Cava di Duidduru.

La formazione vera e propria della Giara di Gesturi, risale al pliocene, 5-2 milioni di anni fa, quando Zeppara Manna e Zepparedda diffondono su questa ampia pianura le lave ardenti che formeranno lo strato basaltico che caratterizza attualmente il Parco della Giara.

Nel video la descrizione della formazione del Colle di Santu Antine a Genoni e dell’altipiano della Giara.

L’animale selvatico più famoso

L’origine del cavallino della giara è incerta. Alcuni studiosi sostengono che discenda da equini africani importati dai naviganti Fenici o Greci nel V-IV secolo a.C. Secondo altri era già stato addomesticato dalle popolazioni nuragiche un millennio prima e sarebbe quindi un discendente del cavallo selvatico presente in Sardegna già dal Neolitico e del quale sono stati rinvenuti fossili del 6000 a.C. circa.

Il cavallo della Giara vive selvatico sull’altipiano Sa Jara Manna (la grande Giara). I cavalli selvatici vivono raggruppati in branchi, harem, dove un maschio domina su meno di dieci cavalle e puledri. I cavallini nascono tra marzo e maggio, raramente durante l’estate o in autunno, appena nati i puledri inizia la stagione degli amori. In questo periodo dell’anno, che coincide con la primavera, gli stalloni proteggono il branco e i giovani maschi lottano per conquistare un proprio harem.

Quando visitarlo

Le escursioni in primavera sono particolarmente suggestive. Si passeggia tra una miriade di fiori ed è possibile ammierare i cavallini della Giara appena nati, le femmine in calore e gli stalloni nel pieno del loro vigore. Ma ogni stagione ha le sue particolarità, se la primavera è il periodo migliore per le escursioni tra fiori e puledri, l’inverno permette di vedere i cavallini col pelo lungo e come cornice i monti innevati del Gennargentu, l’estate i cavalli si rinfrescano nelle acque degli ultimi paulis. Ogni periodo dell’anno permette di effettuare piacevoli escursioni e lunghi trekking. Si va alla scoperta di un ambiente magico e un animale forte e vigoroso quale il cavallino della Giara.

About Ilaria Furia

Dopo aver conseguito il diploma di Lingue straniere, ho frequentato un corso triennale universitario per approfondire le conoscenze linguistiche e traduttive moderne. Seguo il corso per la laurea magistrale sulla specialistica della traduzione, con numerosi corsi di informatica per la traduzione. Parlo abbastanza bene l'inglese e il francese e fluentemente lo spagnolo. Sono una persona socievole, dinamica, con buone doti comunicative e ottime competenze relazionali.

Controlla anche

Tavolara19 Geppi Cucciari 19677

“Una notte in Italia” 2022

Get Widget Festival di Tavolara “Una notte in Italia” dal 13 al 17 Luglio 2022. …