Alexa Unica Radio
Natale: strategie per poter mangiare senza rinunce

Natale: strategie per poter mangiare senza rinunce

Panettoni, pandori, torroni, cartellate, panpepato, struffoli e molti altri. Irresistibili quanto calorici, i dolci di natale arrivano alla fine di pranzi e cene sostanziosi. Come poterseli permettere senza rischiare di esagerare? Benedetta Russo, biologa nutrizionista dell’Unità di Endocrinologia e Diabetologia dell’ospedale Fatebenefratelli di Roma ci dà dei consigli.
 

I pasti di natale prevedono come tradizione pasti abbondanti e sono soprattutto ricchi di dolci. Ed è difficile rinunciare: ecco quali sono le strategie di compensazione per poter mangiare senza rinunce.
– Ridurre i carboidrati e i condimenti grassi.
– Aumentare il contenuto di fibre, arricchendo i nostri pasti con la verdura, che ci permette di arrivare a fine pasto con un maggiore senso di sazietà.
– Compensare le calorie ingerite con il movimento, come una semplice camminata di una mezz’oretta con velocità sostenuta.
– I dolci da preferire sono i dolci fatti in casa, perché si possono scegliere con cura gli alimenti da utilizzare.  
– Prediligere la farina integrale a quella bianca, in quanto è più ricca di fibre, micronutrienti e antiossidanti.

– Realizzare dolci a base di frutta o frutta secca: alimenti ricchi di composti bioattivi e che esercitano un effetto benefico sul nostro organismo.
Per chi non può preparare i dolci fatti in casa: si dovrebbe leggere con attenzione le etichette nutrizionali dei dolci confezionati. Infatti, molti di questi possono contenere una grande quantità di zuccheri semplici e anche di grassi saturi, responsabili dell’aumento di colesterolo.
Tra i dolci confezionati si deve cercare di prediligere quelli artigianali ed evitare quelli industriali.
– Limitare i dolci farciti: i dolci ripieni di creme, di panna e soprattutto non mangiare più di un dolce durante lo stesso pasto.
Possiamo dunque concederci una fetta di panettone al giorno, e sempre senza esagerare.

Ecco il video:
https://www.youtube.com/watch?v=byAKp-q0ceg


 

About Francesca Pinna

Amo il mare, la tradizione, il cibo: la mia terra, la Sardegna. Quindi da ciò potreste dedurre che amo osservare i bei tramonti, godermi la tranquillità che regna in questa regione, e mangiare. Ma a parte ciò, sono una persona che ama imparare, per migliorarmi ogni giorno sempre di più. Perché un bel giorno voglio girarmi, guardarmi dietro le spalle e poter dire: «Sì, hai raggiunto un bel traguardo e ne hai fatto di strada!»

Controlla anche

arto 2 300x152 1

ORTOPEDICI IN ITALIA SEMPRE MENO

  Riduzione ortopedici In tutta Italia ci sono pochi ortopedici, così come pochi ostetrici, “letteralmente …