Alexa Unica Radio
minestra cun casu axedu

Minestra “cun casu axedu”, tipica ricetta sarda

Il casu axedu o formaggio acido è anche conosciuto come la “colazione del pastore” per eccellenza

 

La minestra “cun casu axedu” (formaggio acido) è una tipica ricetta sarda a base di brodo. Comprende fregola e formaggio acido di latte ovino o caprino.

In particolare è una delle diverse qualità di formaggi che da millenni sono prodotti nella tradizione gastronomica pastorale sarda. La sua produzione può avvenire sia con latte di pecora che con latte di capra in base alle stagioni. Di solito si prepara prima dei formaggi da conservare, appena la cagliata precipita e si coagula, si rompe e si forma la formaggella e si fa spurgare il siero. Si sforma e si lascia per mezza giornata nel siero acido a 40°. È privo di sale, dona sapore, ma rimane un elemento neutro rispetto alla sapidità del piatto.

Inoltre è anche conosciuto come la “colazione del pastore” per eccellenza. Soprattutto un tempo per i pastori risultava l’alimento giusto per servirsi di cibo fresco. Questo insieme al “pane carasau” che ha la particolarità di mantenersi fresco a lungo, forniva loro il supporto necessario nelle intere giornate, spesso anche settimane, lontano da casa a seguito delle greggi.

Nella cucina tradizionale sarda, rappresenta un eccellente condimento per zuppe e minestre. La sua caratteristica è quella di rappresentare una piacevole nota acida che si scioglie al calore come una pasta filata. Per tornare al soggetto In Marmilla, nel comune di Siddi, la minestra cun casu axedu la preparavano la domenica o in particolari giorni di festa successivi alla preparazione del formaggio.

Infine la preparazione prevede che come prima cosa si prepari il brodo, appena bolle bisogna buttare la fregola e cuocere secondo il tempo prestabilito. Successivamente in una ciotola si schiaccia il formaggio acido con un cucchiaio di legno e quando la pasta è quasi cotta si aggiunge alla minestra. Una volta formati i filamenti si toglie dal fuoco e si versa nei piatti.

About Isabella Murgia

Isabella Murgia nata a Sassari, ma vivo a Cagliari dalla quinta elementare. Diploma di Liceo scientifico, laurea triennale in filosofia. Passione per il giornalismo e l'informazione.

Controlla anche

wine 2408620 1920

Coldiretti Sardegna: via alla vendemmia

Get Widget Sardegna controcorrente con +15% di grappoli È partita con qualche giorno di anticipo …