Janas
Giusy Devinu soprano

Giusy Devinu: una carriera di successi per il soprano sardo

Giusy Devinu, importante cantante lirica sarda, amata dal pubblico e ancora commemorata dai colleghi e dal comune di Cagliari 

 

Nata a Cagliari nel 1960, Giusy Devinu, è stata interprete di numerose opere liriche nei più importanti teatri al mondo. Il suo repertorio comprende i grandi capolavori del melodramma italiano ottocentesco, da Rossini, a Donizetti, a Verdi, a Bellini, a Puccini.

Giusy Devinu è diplomata con il massimo dei voti al Conservatorio “Pierluigi da Palestrina” di Cagliari in pianoforte e canto. Ha iniziato in giovane età la sua carriera di cantante soprano. Presto ha conquistato un ruolo importante nel panorama lirico internazionale.

Sposata col basso Francesco Musinu, ha condiviso con lui anche il palcoscenico dei teatri più prestigiosi del mondo.

Ha tenuto per anni in gran riserbo la malattia che l’ha colpita ancora giovane e all’apice del suo successo, portandola al decesso il 2 maggio 2007, a 47 anni. 

Una carriera di successi 

Il suo esordio è stato come vincitrice del concorso al Teatro Lirico Sperimentale “Adriano Belli”. Il 6 ottobre 1982, interpreta per prima volta il ruolo di Violetta ne La Traviata di Giuseppe Verdi, presso il Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti a Spoleto. Ruolo che le fruttò un gran consenso tra il pubblico e che segnerà la sua carriera per gli anni a venire, per almeno 32 volte. Tra i teatri più prestigiosi in cui ha portato la sua maestosa interpretazione ricordiamo la Scala di Milano, la Fenice di Venezia, l’Opera di Roma, il Théâtre du Châtelet di Parigi (nel 1993, diretta da Antonio Pappano) e il San Carlo di Napoli.

A partire dal 1991,  tiene puntualmente al Conservatorio di Cagliari una Master Class gratuita per giovani cantanti. Il corso era organizzato dal Lions.

Due anni dopo, insieme a Bernadette Manca di Nissa, sua collega cagliaritana, si occupa dell’inaugurazione del nuovo Teatro Comunale di Cagliari. In questa occasione va in scena la Messa di Gloria di Rossini, diretto da Thomas Sanderling

Premi alla memoria 

Amata dal pubblico e dai colleghi, Giusy Devinu è tuttora ricordata e amata per le sue celebri interpretazioni. Tanto che qualche giorno dalla sua scomparsa, avvenuta nel 2007, il baritono Paolo Coni, direttore artistico del Teatro Guardassoni di Bologna, istituisce un Premio alla sua memoria. Premio assegnato quell’anno a Paola Cacciatori, mezzo soprano, finalista del Concorso lirico internazionale. 

Non solo, nel 2015, il comune di Cagliari le ha intitolato l’Arena interna al Parco della Musica, situata di fronte al Teatro Lirico, da lei inaugurato nel 1993. Questo in occasione della Festa Europea della Musica. 

About Maura Piras

Maura Piras
Studentessa di Beni Culturali, storico-artistici. Appassionata di arte contemporanea e fotografia. Mi affascina il cinema all'aperto, il vintage a la musica dal vivo.

Controlla anche

teatro lirico

Musica: un “gioioso” inizio d’anno per il Lirico di Cagliari

La Nona di Beethoven, suonata al Lirico di Cagliari, affascina il pubblico di tv e …