Janas
tennis

Osteopatia e sport: lavorare in team al servizio degli atleti 

L’osteopatia è importantissima a livello professionistico, per prevenire gli infortuni e raggiungere gli obiettivi prefissati.

L’osteopata è una figura importantissima per gli atleti a livello professionistico. Sempre più spesso infatti si affidano a un team multidisciplinare per prevenire gli infortuni e raggiungere gli obiettivi prefissati. In questo ambito la Scuola di Osteopatia Asomi di Torino ha lo sport tra le specializzazioni principali. Offre una formazione completa e indirizzata anche a imparare a gestire proficuamente un lavoro comune con professionisti di vari ambiti.

“Nel tempo sono nate diverse collaborazioni tra le varie figure professionali per cercare di gestire al meglio l’atleta sia dal punto di vista medico-sanitario sia della performance sportiva”. Queste le parole del dottor Claudio Zimaglia, responsabile della Scuola Specializzazione Osteopatia dello Sport Asomi.

Il team

Tra i pilastri del lavoro in team in campo sportivo ci sono due concetti: l’importanza delle collaborazioni tra le diverse figure professionali nel rispetto dei propri ruoli e una buona comunicazione tra i suoi vari componenti attraverso uno scambio continuo di informazioni. L’osteopata ha assunto un ruolo sempre più importante sia all’interno dell’equipe di professionisti sanitari, sia nel gruppo tecnico che si occupa della preparazione fisica dell’atleta. Una distinzione necessaria, quindi, per inquadrare i compiti è quella tra il medical team e il performance team.

“All’interno del primo gruppo – spiega Zimaglia, che per anni ha lavorato nell’ATP World Tour seguendo le più importanti gare internazionali di tennis in Europa, America e Asia – l’osteopata collabora con i medici e i fisioterapisti di riferimento per prevenire e recuperare gli infortuni”.

Si deve creare una sinergia tra i criteri di valutazione e i diversi approcci per interagire con trattamenti strumentali fisioterapici. Si parla di esercizi di recupero funzionale sotto il controllo di un medico specializzato, permettendo così un più rapido e corretto recupero da un infortunio. Inoltre un’attenta valutazione della situazione funzionale della meccanica articolare o della qualità muscolare permettono all’osteopata di informare gli altri specialisti delle situazioni a rischio per il top player.

“Per quanto riguarda la presenza dell’osteopata nel performance team, invece, la collaborazione deve essere proficua con il preparatore atletico sia nel campo della valutazione posturale e delle asimmetrie corporee, sia nella valutazione delle disfunzioni riguardanti i pattern del movimento”, aggiunge Zimaglia. Questo avviene perché attraverso una corretta analisi comune sulla postura è possibile proporre un programma di allenamento specifico per il singolo sportivo, funzionale alla disciplina praticata.

L’importanza del lavoro in team

Un esempio di quanto sia importante il lavoro in team può essere fatto per il tennis. E’ uno sport in cui una corretta postura, una buona integrità biomeccanica e un buon bilanciamento tra forza muscolare e mobilità articolare è fondamentale per migliorare costantemente il gioco.

“Se si monitorano tutti i parametri e si segue con costanza l’evoluzione della performance è possibile per l’atleta effettuare movimenti efficaci e corretti con il massimo rendimento riducendo al minimo i rischi di infortunio dovuti a sollecitazioni mal bilanciate o a debolezza muscolare”, sottolinea il dottor Zimaglia.

I tennisti professionisti non sono più predisposti di altri sportivi agli infortuni. Sono però maggiormente soggetti a patologie da sovraccarico a causa della ripetitività gestuale che sollecita sempre le stese articolazioni. Questo chiarisce anche il perché, per gli osteopati che vogliono lavorare ai massimi livelli, è importante specializzarsi nelle singole discipline e comprendere a fondo l’anatomia funzionale dell’area specifica e il suo ruolo più ampio nel gesto atletico, in modo da conoscere il meccanismo del sopraccarico e le tipologie di infortuni più frequenti.

Un percorso che la Scuola di Osteopatia Asomi ha sviluppato creando una Scuola di Specializzazione in Osteopatia dello Sport. Qui insegnano i più noti professionisti di questo ambito a livello nazionale ed internazionale.

About Letizia Gusai

Letizia Gusai
Appassionata di lettura e scrittura, sta terminando il suo percorso di studi in Beni Culturali e Spettacolo. Adora viaggiare e guardare film.

Controlla anche

moon 4919501 1920

Handball Athletic Club Nuoro – HAC sconfitta nello scontro salvezza di Malo

La techfind lotta ma non passa: faenza vince e vola alle final eight. Le giallonere …