Alexa Unica Radio
Libri

“Tutti i libri del mondo”: il primo Forum sull’Editoria regionale

Il primo forum sull’editoria regionale il 10 dicembre dalla Biblioteca del Mediterraneo. L’evento sarà poi trasmesso in diretta streaming sulle pagine social di ADEI e AES.

Interverranno dunque esponenti di primo piano del mondo dell’editoria nazionale e regionale per fare il punto sull’editoria dei territori.

Giovedì 10 dicembre 2020, nei locali della Biblioteca del Mediterraneo ad Alghero, a partire dalle 10. Sarà trasmesso in diretta streaming sulle pagine social di ADEI e AES il primo Forum sull’editoria regionale. “Tutti i libri del mondo”, promosso e organizzato dall’Associazione degli Editori Indipendenti e dall’Associazione Editori Sardi. Programmato originariamente per marzo 2020 e diverse volte rinviato. L’evento di portata nazionale raggiunge finalmente il traguardo della prima edizione.

Il forum quindi si propone di fare il punto e proporre soluzioni per l’Editoria dei territori, che rappresenta il cuore e l’anima della bibliodiversità italiana.

Il mondo del libro in Italia – ricco di peculiarità e pluralismo – è animato e sorretto prima di tutto dall’operato incessante di moltissime microimprese.

«Il nostro Paese deve essere fiero, deve difendere e coltivare questo patrimonio linguistico e culturale che poggia su moltissime competenze e professionalità – dichiara Marco Zapparoli –.

Ma è un microcosmo sociale e imprenditoriale purtroppo fragile, basato su infrastrutture culturali che agiscono, grazie all’apporto decisivo delle comunità dei lettori».
I libri in particolare costituiscono la testimonianza più fedele e autentica dei diversi saperi, delle diverse identità culturali, nostro patrimonio fondamentale. Libri che raccontano e rispecchiano i vari paesaggi presenti sulla Terra.

«L’editoria indipendente a carattere locale, è la sua narrazione più autentica – afferma Simonetta Castia–.

Perché svolge, attraverso il contributo offerto dagli autori e grazie alla propria vocazione qualificata e professionale, un’azione fondamentale per la difesa della bibliodiversità».
Quali le ricette e quali gli strumenti per tutelarla? Il forum sarà animato dalla partecipazione, qualificata e numerosa, di importanti rappresentanti.

Esperti del settore per discutere di comunità del libro, territorio, biblioteche e politiche di lettura.

Tra questi Nicola Lagioia, direttore del Salone internazionale del Libro di Torino, che parlerà di “Comunità del libro e territori”. Anche Gianluca Lioni, portavoce del Ministro Franceschini, che si soffermerà sul connubio, ad oggi poco scontato, tra “Futuro ed editoria regionale”.

La sezione della mattina vedrà anche gli interventi di Angelo Piero Cappello sui “Patti per la Lettura e la loro rilevanza locale, regionale, nazionale”. Massimo Bray  sul cruciale tema “Lingua, identità e cultura: una strada da percorrere”. Antonella Agnoli , che discorrerà del “ruolo delle biblioteche scolastiche e delle biblioteche di quartiere nella diffusione della cultura locale: ricette e dialoghi sulle politiche di lettura del domani”. E infine dell’antropologo Francesco Bachis, che chiuderà il programma. Con un’interessante approfondimento su “La funzione sociale dell’editoria regionale: uno sguardo dall’antropologia”.

È riservato al pomeriggio il prezioso apporto di sette associazioni regionali di editori e due delegazioni ADEI. Si confronteranno nell’interessante tavola rotonda dal tema “Promozione della lettura ed editoria indipendente Il modello dei territori”

Il forum, che gode del sostegno e patrocinio della Fondazione di Sardegna, Regione Sardegna, Comune di Alghero, Fondazione Alghero e si svolge in collaborazione con il festival letterario “Dall’altra parte del mare”. Si aprirà con i saluti istituzionali del ministro per i Beni e le attività culturali Dario Franceschini. Dell’assessore regionale alla Cultura Andrea Biancareddu, del sindaco di Alghero Mario Conoci. Dell’assessore alla Cultura Marco di Gangi e del presidente della Fondazione, Andrea Delogu, del presidente ADEI, Marco Zapparoli, e infine di Simonetta Castia, presidente AES.

About Roberta Pau

Nata e cresciuta a Cagliari, attualmente laureanda in lingue e comunicazione. Lavoratrice, amo viaggiare e ho una grande passione per ogni forma d'arte.

Controlla anche

Work Academy Sardegna 2021

Work Academy, i ragazzi scoprono il giornale informandosi sui social Le attività messe in campo …