Janas
Scienza: terremoti e intelligenza artificiale

Scienza: terremoti e intelligenza artificiale

I sistemi di AI aiutano gli scienziati a studiare in maniera sempre più approfondita i terremoti

Non esistono tecnologie né metodi che permettano di prevedere i terremoti. E’ meglio chiarirlo subito e, finché non cambierà qualcosa, tutte le volte che se ne parla. Ci sono però delle novità. L’evoluzione dei sistemi di intelligenza artificiale e la crescente mole di dati disponibili aiutano gli scienziati nella messa a punto di modelli in grado di simulare i movimenti della crosta terrestre con sempre maggior precisione.

Lo studio di questi terremoti digitali permette ai sismologi di cercare eventuali schemi ricorrenti. Infatti, n futuro, potrebbero aiutare a riconoscere l’imminenza di un evento sismico, anche con pochi secondi di anticipo. Inoltre, per molti, trovando un riparo adeguato, possono fare la differenza tra la vita e la morte.

 

Con uno studio pubblicato su Seismological Research Letters Karianne Bergen (Harvard University), Ting Chen (Los Alamos National Laboratory) e Zefeng Li (CalTech) spiegano come i sistemi di machine learning possano essere utilizzati per identificare in anticipo l’epicentro di un terremoto e per isolare l’attività sismica dagli altri rumori del sottosuolo. A dimostrazione di come l’intelligenza artificiale e le reti neurali vengano impiegate sempre più spesso per cercare le relazioni tra grandi quantità di dati, con l’obiettivo di guadagnare un sia pur breve anticipo su di un evento sismico.

TUTTI SISMOLOGI

All’Università di Austin, in Texas, è stato messo a punto un modello che descrive i movimenti del sottosuolo in Oklahoma, Kansas e Texas. Regioni dove l’aumento del numero di piccoli terremoti è, in ultima istanza, riconducibile alle attività di fracking per lo sfruttamento delle risorse petrolifere.

I sistemi di AI si rivelano fondamentali anche per analizzare e catalogare le migliaia di dati che arrivano ogni giorno da progetti di citizen science. Sono quelli ai quali chiunque può partecipare. Uno dei più noti in ambito geosismico è MyShake, una app per Android, realizzata dall’Università di Berkeley, che trasforma lo smartphone in un sismografo e invia i dati ai ricercatori.

About Roberta Dessì

Roberta Dessì
Sono una studentessa di Scienze della Comunicazione all'Università di Cagliari. Ho 21 anni e vivo a Cagliari. Mi piace studiare ma in particolar modo mi piacciono materie che riguardano la comunicazione pubblica, d'impresa e la pubblicità. Inoltre, in linea con il percorso di studi che ho scelto, seguo molto volentieri le lezioni sul marketing e la comunicazione. Non sto mai ferma e nel tempo libero mi piace fare sport, ascoltare musica o seguire serie TV e film. Adoro viaggiare e mi piacciono molto gli animali.

Controlla anche

download 26

CNR: un software per visualizzare malattie genetiche

Un software velocizza l’individuazione delle malattie genetiche Un team di ricercatori dell’Istituto di biomembrane, bioenergetica …