Unica Radio Skill Alexa
Primo aumento su base annua dell’export italiano da febbraio 2020

Primo aumento dell’export italiano da febbraio 2020

Primi, importanti segnali positivi per la ripresa dell’Italia nel 2020 arrivano dall’export, fattore trainante della nostra economia degli ultimi dieci anni. Più marcata la crescita verso i Paesi extra UE, Cina e Stati Uniti in testa

Primi, importanti segnali positivi per la ripresa dell’Italia nel 2020 arrivano dall’export. Già settembre l‘Istat stima una crescita congiunturale per le esportazioni (+2,7%) e una lieve flessione per le importazioni (-0,6%). Su base annua l’export registra una crescita del 2,1%. L’import segna ancora una flessione, sebbene in decisa attenuazione (-6,4%, era -12,6% ad agosto).

Si stima che il saldo commerciale aumenti di 3.136 milioni di euro (da +2.686 milioni a settembre 2019 a +5.849 milioni a settembre 2020). Al netto dei prodotti energetici il saldo è pari a +7.583 milioni di euro (era +5.788 milioni a settembre 2019).

Nei primi nove mesi dell’anno, la flessione tendenziale dell’export (-11,6%) è dovuta in particolare alla contrazione delle vendite. I prodotti che hanno subito un calo delle vendite sono soprattutto macchinari e apparecchi n.c.a. (-15,4%). E ancora articoli in pelle, escluso abbigliamento, e simili (-22,1%). Infine metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (-9,7%) e prodotti petroliferi raffinati (-38,2%).

“Prosegue a settembre – è il commento dell’Istat – la fase di risalita verso i livelli di inizio anno dell’export italiano. Questo registra un nuovo aumento congiunturale, sostenuto dal commercio estero con i paesi extra Ue. Esso torna a crescere su base annua per la prima volta da febbraio 2020. Queste dinamiche risultano confermate anche escludendo gli effetti dovuti a esportazioni occasionali di elevato impatto (cantieristica navale). Al netto delle quali si stima una crescita, anche se più contenuta, su base sia mensile (+1,0%) sia annua (+0,4%).

L’import, invece, dopo gli aumenti dei mesi precedenti, segna un calo su base mensile modesto. Contribuiscono in particolare i minori acquisti di beni intermedi (per 0,8 punti percentuali). La sua flessione tendenziale si ridimensiona ulteriormente. Essa è spiegata per oltre 5 punti percentuali dal calo degli acquisti di prodotti energetici”.

L’aumento su base mensile dell’export è dovuto al marcato incremento delle vendite verso i mercati extra Ue (+8,1%). Quelle verso l’area Ue sono in lieve calo (-2,1%).

Nel terzo trimestre, rispetto al precedente, l’export segna un aumento del 30,4%, cui contribuiscono per due terzi i forti incrementi delle vendite di beni strumentali e beni intermedi verso entrambi i principali mercati di sbocco, Ue ed extra Ue. Nello stesso periodo, le importazioni crescono del 21,7%.

A settembre l’export registra una crescita su base annua del 2,1%, dovuta all’aumento delle vendite sia verso l’area extra Ue (+2,8%) sia, in misura minore, verso quella Ue (+1,4%).

L’import segna ancora una flessione, sebbene in decisa attenuazione (-6,4%, era -12,6% ad agosto), determinata in particolare dal calo degli acquisti dall’area extra Ue (-12,3%), mentre quello dall’area Ue è molto più contenuto (-1,9%).

Tra i settori che contribuiscono maggiormente all’aumento tendenziale dell’export si segnalano mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi (+28,7%). E ancora metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+9,9%). Articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+8,2%). E infine articoli di abbigliamento, anche in pelle e in pelliccia (+6,4%) e autoveicoli (+5,8%). In forte diminuzione, su base annua, le esportazioni di prodotti petroliferi raffinati (-51,1%).

Su base annua, i paesi che contribuiscono in misura più ampia all’incremento dell’export sono Stati Uniti (+11,1%), Svizzera (+15,7%), Germania (+6%), Cina (+33%) e Polonia (+19,4%). Diminuiscono le vendite verso paesi OPEC (-14,8%), Spagna (-7,2%), paesi Asean (-13,3%) e Regno Unito (-3,9%).

About Ylenia Iannelli

Ylenia Iannelli
Nata in Svizzera e cresciuta tra Calabria e Sardegna. Studentessa di Beni Culturali e Spettacolo con indirizzo archeologico, appassionata di lettura e serie tv. Nel tempo libero volontaria presso un'Associazione di Protezione Civile e instancabile partecipante di corsi di apprendimento, dai corsi salvavita ai lavori più disparati.

Controlla anche

vaccino, ridotte, dosi

Pfizer riduce la fornitura delle dosi del vaccino

La Pfizer ha comunicato nel pomeriggio di venerdì 15 gennaio, che avrebbe ridotto le fiale …