Alexa Unica Radio
Crampi notturni: cosa sono? E come porre rimedio

Crampi notturni: cosa sono? E come porre rimedio

I crampi notturni alle gambe sono contrazioni involontarie di uno o più muscoli delle gambe che avvengono durante il sonno. Sono più frequenti con l’avanzare dell’età.

I crampi alle gambe sono nello specifico delle contrazioni muscolari involontarie e improvvise che si manifestano spesso la notte e riguardano il polpaccio, la coscia o il piede. Il crampo può essere molto doloroso specie se si è addormentati e non si percepisce il movimento. Ma quali sono le principali cause? Qui l’elenco di quelle possibili:

  • disidratazione;
  • mancanza di sali minerali;
  • eccessivo sforzo muscolare;
  • bassa funzionalità dei nervi;
  • gonfiore, soprattutto in gravidanza;
  • insufficienza di apporto di sangue ai muscoli.
crampi notturni

I rimedi più efficaci.

Come abbiamo detto le cause possono essere diverse, i rimedi più efficaci e utili per bloccare nell’immediato il dolore è massaggiare la zona colpita, fare stretching e allungare il muscolo, oppure bere una bibita con sali minerali. Se si tratta invece di crampi dovuti ad un eccessivo sforzo fisico, si può optare per un bagno caldo e rilassante aggiungendo un po’ di sale da cucina, questo fa sì che il dolore si attenui, i muscoli si rilassano e si assorbe così l’acido lattico. Se il crampo invece è causa di disidratazione bisogna iniziare a bere nell’arco della giornata almeno due litri di acqua. Fondamentale è poi assumere molte vitamine e fibre attraverso una dieta sana con almeno cinque porzioni di frutta e verdura al giorno, se è necessario si possono assumere anche integratori a base di magnesio e potassio per riequilibrare l’apporto di sali minerali.

I crampi sono causati principalmente da una insufficiente ossigenazione del muscolo, dal freddo, da carenza di sali minerali quali potassio, calcio, magnesio e sodio, da traumi fisici, oppure in conseguenza di uno sforzo prolungato o improvviso. I crampi possono manifestarsi anche per malattie neurodegenerative o come raro effetto collaterale dell’utilizzo di sostanze chimiche o farmaci come per esempio gli agonisti beta-2 (salmeterolo e salbutamolo) usati per il trattamento dell’asma. Durante il crampo la membrana della fibra muscolare conduce dei potenziali d’azione a frequenze altissime in assenza di stimoli nervosi. Questo fenomeno sembra essere causato da una variazione della permeabilità di membrana, a sua volta probabilmente legata a modificazioni della concentrazione ionica dei liquidi tissutali. La sudorazione per esempio può provocare disidratazione e perdita di sali minerali e ciò può portare all’insorgenza del crampo muscolare. II ruolo dell’acido lattico nel produrre il crampo rimane invece incerto.

About Andrea Quartu

Studio Scienze Della Comunicazione. Estremamente sopra le righe e appassionato di moda. Mi piace molto scrivere, ma ho sempre paura di sbagliare le virgole.