Janas
fablearn

Aperte iscrizioni alla Fablearn Italy 2020

Aperta la Call for Paper per partecipare all’edizione 2020 della Fablearn Italy, quest’anno in modalità virtuale.

FabLearn Italy non si ferma. La conferenza internazionale sul Making e la Robotica Educativa nella didattica torna per l’edizione 2020. Al centro, come sempre, ospiti italiani e stranieri che apriranno le sessioni tematiche e con interventi di alto valore scientifico.

L’evento rientra tra le attività della rete mondiale FabLearn. E’ organizzato dall’Indire e dall’Università Politecnica delle Marche e finanziato dal PON “Per la Scuola” 2014-2020, Progetto Coding e Robotica.

A causa dell’emergenza sanitaria attualmente in corso, la conferenza FabLeran Italy 2020 questo anno si svolgerà in modalità virtuale. Si inizierà il 14 Dicembre fino al 18, in orario pomeridiano. Questo consentirà a tutti di poter seguire nel modo più agevole possibile i panel e le tavole rotonde che saranno organizzate. Il tema della FabLearn Italy 2020 è “La scuola che affronta l’emergenza COVID-19: prospettive e risposte dal making, il coding, la robotica e gli ambienti di apprendimento.”

Le attività

Tramite lectures, tavole rotonde, presentazioni di lavori scientifici e poster si discuteranno gli ultimi risultati sull’introduzione di fabbricazione digitale, robotica, AR/VR, informatica nella didattica, robotica assistiva per l’educazione, cultura “maker”, apprendimento hands-on e innovazione degli spazi per gli ambienti di apprendimento, con un focus particolare su come tali strumenti possono contribuire a fronteggiare e mitigare gli effetti della pandemia sul sistema educativo e sulle esperienze di apprendimento degli studenti.

Fino al 22 novembre, insegnanti, educatori, ricercatori e professionisti sono invitati a presentare, in italiano o in inglese, un proprio contributo in forma di short-paper (3 pagine) o di poster sulle seguenti tematiche:

  • Maker Space e Fablab nelle scuole secondarie superiori – L’approccio maker all’insegnamento e all’apprendimento;
  • Didattica laboratoriale con approccio maker dalla Didattica a Distanza alla Didattica Digitale Integrata: modelli, metodi, strumenti e prospettive;
  • Didattica laboratoriale con approccio maker – Modelli, metodi e strumenti;
  • Robotica e Automazione nell’educazione curriculare e non curriculare, formale, non formale e informale
  • Realtà virtuale, realtà aumentata e soluzioni digitali con e per i docenti;
  • Come spazi innovativi e ambienti di apprendimento influenzano la trasformazione dell’insegnamento – Buone pratiche e progetti pilota;
  • Dispositivi tecnologici per la didattica e la robotica assistiva.

Un comitato scientifico internazionale selezionerà gli short-paper che potranno essere presentati in sede di evento. Successivamente alla conferenza, gli autori degli short-paper accettati potranno inviare le versioni estese, che verranno revisionate per la pubblicazione in open access nel book della conferenza.

Special Photogallery

A corollario della conferenza si terrà la Special Photogallery: Creazioni per supportare la sicurezza a scuola, durante e dopo l’emergenza COVID-19.
Fino al 22 novembre studenti e docenti che hanno realizzato strumenti originali per supportare la sicurezza degli studenti a scuola, nel rispetto delle regole e del distanziamento imposti dall’emergenza COVID-19 potranno inviare foto delle creazioni realizzate, corredate da una breve descrizione del progetto.

Queste verranno, poi, raccolte e pubblicate in una galleria fotografica accessibile nel sito del Convegno. Gli autori verranno invitati ad intervenire ad una tavola rotonda dedicata durante la conferenza.

La partecipazione a Fablearn Italy 2020 è gratuita.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Letizia Gusai

Letizia Gusai
Appassionata di lettura e scrittura, sta terminando il suo percorso di studi in Beni Culturali e Spettacolo. Adora viaggiare e guardare film.

Controlla anche

scienze

STE(A)M IT: Linee guida per promuovere le carriere scientifiche in classe

Parliamo di un nuovo progetto, il progetto STE(A)M IT, sviluppato per favorire la promozione dello …