Janas
lockdown

Quanto siamo invecchiati in lockdown

Il lockdown ha invecchiato la pelle. Questo perché si sta troppo in casa, ci si muove poco e magari ci si impigrisce talmente tanto da dimenticarsi di bere acqua o di applicare la crema sul viso.

Sara Dallatorre, titolare del centro estetico SunClub , ci spiega come non commettere l’errore una seconda volta, evitando l’abbruttimento da isolamento. «Il lockdown ha influenzato negativamente la nostra pelle. In un primo momento ci siamo sentiti tutti sotto stress, a causa delle generali chiusure. E anche stare in luoghi chiusi piuttosto che all’aperto ha determinato una generale carenza di vitamina D, che ha reso inevitabilmente la pelle grigiastra, all’apparenza invecchiata».

pelle rughe skincare lockdown

Ora è il round numero 2. «Essendo già stanchi a causa del primo lockdown, anche la pelle ne pagherà inevitabilmente le conseguenze. Anche la riaccensione degli impianti di riscaldamento casalinghi non aiuta. Questi tendano a seccare molto la pelle, e non aiuteranno il ringiovanimento cellulare». Bisogna quindi mettersi d’impegno ed evitare l’abbruttimento da lockdown. «Idratate molto di più la pelle, bevendo tanto e assumendo alimenti ricchi di fibre e vitamine A, E e D, senza dimenticarvi di consumare gli agrumi, ricchi di vitamina C». La beauty routine? «Suggerisco di non usare saponi per pulire il viso, sgrassano troppo la pelle. È preferibile usare solo acqua, per poi passare un tonico o un’acqua micellare. La crema anti-age, con acido ialuronico, risulta sempre molto idratante durante il giorno. Una volta alla settimana, sarebbe inoltre opportuno idratare ulteriormente la pelle regalandosi una maschera specifica a seconda del tipo di pelle».

Skincare.

La cura della pelle è la gamma di pratiche che supportano l’integrità della pelle, ne migliorano l’aspetto e alleviano le condizioni della pelle. Possono includere la nutrizione, evitare un’eccessiva esposizione al sole e un uso appropriato di emollienti. Le pratiche che migliorano l’aspetto includono l’uso di cosmetici, botulino, esfoliazione, filler, resurfacing laser, microdermoabrasione, peeling, retinolo terapia e trattamento ad ultrasuoni della pelle. La cura della pelle è una procedura quotidiana di routine in molti contesti, come la pelle troppo secca o troppo umida, la prevenzione della dermatite e la prevenzione delle lesioni cutanee. L’invecchiamento della pelle è associato a una maggiore vulnerabilità. I problemi della pelle, compreso il prurito, sono comuni negli anziani ma spesso vengono affrontati in modo inadeguato.

Una revisione della letteratura degli studi che hanno valutato il mantenimento dell’integrità della pelle negli anziani ha riscontrato che la maggior parte dei livelli di evidenza sono bassi ma la revisione ha concluso che la pulizia della pelle con detergenti sintetici o tensioattivi anfoteri induceva meno secchezza della pelle rispetto all’uso di sapone e acqua. Le creme idratanti con agenti umettanti hanno aiutato con la secchezza della pelle e gli occlusivi della barriera cutanea hanno ridotto le lesioni cutanee. Ci sono prove limitate che la saponetta idratante; le combinazioni di ammollo in acqua, olio e lozione sono efficaci nel mantenere l’integrità della pelle delle persone anziane rispetto alle cure standard.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Andrea Quartu

Andrea Quartu
Studio Scienze Della Comunicazione. Estremamente sopra le righe e appassionato di moda. Mi piace molto scrivere, ma ho sempre paura di sbagliare le virgole.

Controlla anche

Indice Rt: Sardegna resta in zona rossa

Il Ministero della Salute ha diramato le informazioni sui dati dell’indice RT: la Sardegna resta …