Alexa Unica Radio
Covid: Regione Sardegna

Covid: Regione Sardegna, parere del Cts ininfluente sull’ordinanza emanta cinque giorni dopo

“Ordinanza su apertura discoteche ha seguito iter differente”. Lo fa sapere in una nota l’Ufficio stampa della Regione Sardegna.

Si complica il ‘giallo’ sul parere del Comitato tecnico scientifico (Cts) della Sardegna. Su cui la Regione si è basata per adottare l’ordinanza dell’11 agosto con cui ha deciso di aprire le discoteche a cavallo di Ferragosto. Secondo quanto riporta il sito di Repubblica, il Cts espresse un giudizio di non approvazione. Infatti, già il 6 agosto, attraverso una mail inviata all’assessore della Sanità Mario Nieddu e al direttore generale della Sanità Marcello Tidore.

In quei giorni i consulenti furono chiamati ad analizzare una prima bozza dell’ordinanza. Che conteneva la proroga ai locali da ballo. E il giudizio, dice Repubblica online, fu inequivocabile: “Il Comitato non approva il documento”.

Non solo. Perchè il Cts esprimeva anche le sue preoccupazioni per gli assembramenti documentati dalle foto sui social. “Stiamo assistendo all’apertura di attività dove addirittura l’assembramento viene ostentato come elemento di richiamo pubblicitario”. Cinque giorni dopo, l’11 agosto, Solinas firmò l’ordinanza n.38. Finita ora sul tavolo della Procura di Cagliari con l’apertura di un fascicolo per epidemia colposa.

Il documento del 6 agosto pubblicato dal quotidiano online La Repubblica non è riferito all’ordinanza dell’11 agosto. Quella che riapre i locali da ballo, ma ad una bozza di linee guida regionali per il settore delle discoteche, mai adottate. Lo fa sapere in una nota l’Ufficio stampa della Regione Sardegna.

La presidenza della Giunta, dunque, sostiene che la mail inviata il 6 dal Comitato tecnico scientifico non è il parere su cui il governatore Solinas si è basato per emanare il provvedimento cinque giorni dopo.

Un differente iter procedimentale

“L’ordinanza numero 38, si legge nella nota, assunta in condizioni di curva epidemiologica prossima allo zero, ha seguito un differente iter procedimentale. Che ha comunque previsto prescrizioni più stringenti rispetto alle linee guida nazionali. E, coerenti con le osservazioni espresse dal Comitato tecnico scientifico regionale”. “La stessa ordinanza, sollecitata da un ordine del giorno approvato dall’intero Consiglio regionale, è rimasta in vigore dal 12 al 16 agosto”.

Ora, conclude la nota, “spiace dover constatare che alcune imprecisioni nel riportare i fatti paiano tutte coordinate a realizzare un medesimo disegno. Orientato a supportare le ricostruzioni strumentali e faziose di una parte politica, e che continuano ad alimentare un clima d’odio inutile in un contesto di emergenza quale quello attuale”

About Noemi Dessì

Ho 21 anni e sono una studentessa di Scienze della Comunicazione. Mi piace ascoltare musica,leggere, guardare film e serie TV.....ma sopratutto scrivere!

Controlla anche

virus 4937553 1920

Covid Italia, 3.377 contagi e 67 morti:

Numeri e dati covid Italia – regione per regione – nel bollettino del ministero della …