Unica Radio Skill Alexa
foo fighters

Medicine at Midnight- il nuovo album dei Foo Fighters

I Foo Fighters sono pronti per tornare sul palco dopo aver scaldato i motori con l’esibizione al Saturday Night Live (sabato 7 novembre), in cui hanno proposto per la prima volta dal vivo il nuovo singolo “Shame Shame”, primo assaggio del nuovo album “Medicine At Midnight” (Roswell Records/RCA Records) in uscita il 5 febbraio e già disponibile in pre-order.
Infatti, la band annuncia un vero e proprio concerto che si terrà in diretta streaming dal Roxy di Hollywood sabato 14 novembre (5pm Pacific Time, ore 2.00 di domenica in Italia).
Una parte dei proventi dello spettacolo in streaming sarà devoluta a Sweet Relief.

Dave Grohl è entrato nel dettaglio dell’album raccontando lo stile di “Medicine At Midnight” che, come si intuisce già da Shame Shame, sarà un disco diverso dai precedenti:

“Nella nostra carriera abbiamo fatto qualsiasi tipo di disco e ho pensato ‘Facciamo un party album!’. Un sacco dei nostri album preferiti hanno grandi groove e riff, odio chiamarlo un disco funky ma è, in molti modi, è di quanto più energetico abbiamo mai fatto ed è stato fatto per essere un party album da sabato sera. E’ stato scritto e scalettato in modo che, una volta che lo hai messo su, dopo averlo ascoltato lo vuoi riascoltare da capo. “

La canzone più riconoscibile dell’album è ‘Waiting On A War’, è venuta fuori a metà delle registrazioni da una sensazione che avevo da bambino. Quando temevo si stesse avvicinando una guerra nucleare con tutte le tensioni politiche a cavallo tra gli anni ’70 e ’80. E poi, solo un anno fa, portavo mia figlia a scuola e intorno c’era la tensione tra Stati Uniti e Corea del Nord. E quando ha visto la notizia in TV mi ha chiesto se stessimo per entrare in guerra. Mi ha ricordato di me alla sua età e di quanto sia triste che l’infanzia possa essere privata della sua bellezza da questi pensieri oscuri. Poi c’è ‘Medicine At Midnight’ che è una canzone rock enorme che immagino possa aprire tutti i festival. E’ la nostra ‘Let’s Dance’ di David Bowie. Ogni canzone è diversa dall’altra ma hanno tutte qualcosa di fresco”.

About Nicola Saba

Nicola Saba
Mi chiamo Nicola e dopo il diploma magistrale ho intrapreso gli studi di Scienze della Comunicazione presso la Facoltà di Cagliari

Controlla anche

AIAM si attiva per la sana ripartenza della musica dal vivo

Le 108 Associazioni Musicali di AIAM scendono in campo in tutto il paese per una …