Alexa Unica Radio
300 milioni di esopianeti potenzialmente abitabili

300 milioni di esopianeti potenzialmente abitabili

Secondo gli esperti nella Via Lattea potrebbero nascondersi alcune centinaia di milioni di mondi potenzialmente colonizzabili dal genere umano.

L’insieme della Via Lattea potrebbe contenere almeno 300 milioni esopianeti potenzialmente abitabili. E’ quanto emergeda una nuova analisi dei dati del telescopio spaziale Kepler della NASA. I risultati di tale studio sono stati diffusi tramite un comunicato dall’agenzia spaziale americana oltre ad essere pubblicati sull’Astronomical Journal. “Da quando gli astronomi hanno confermato la presenza di pianeti al di là del nostro sistema solare, chiamati esopianeti, l’umanità ha sempre voluto in quanti di essi sarebbero stati in grado di ospitare la vita. Ora siamo sul punto di trovare una risposta. Circa la metà delle stelle di temperatura simile al nostro sole potrebbero avere un pianeta roccioso capace di contenere dell’acqua allo stato liquido sulla propria superficie. La nostra galassia contiene almeno 300 milioni di mondi simili e potenzialmente abitabili”, si legge nella nota per la stampa.

esopianeti

Come riferito da Steve Bryson, ricercatore presso l’Ames Research Center della California e autore principale dello studio, il telescopio Kepler negli anni passati aveva già permesso con il suo lavoro di capire che ci sarebbe potuto essere un buon numero di pianeti abitabili.  L’esopianeta più vicino si troverebbe ad una distanza pari a circa 20 anni luce dal nostro sistema solare. Gli esperti, tuttavia, nonostante i segnali positivi, mantengono tutta la prudenza del caso circa la possibile abitabilità di tali mondi: “Vogliamo essere molto prudenti nel caso ci fossero delle sorprese sull’abiabilità”, ha riferito al New York Times un altro degli autori dell’indagine, Ravi Kumar Kopparapu, ricercatore presso il Goddard Space Flight Center, il principale centro della NASA dedicato alla ricerca scientifica.

Esopianeta.

Un pianeta extrasolare o esopianeta è un pianeta non appartenente al sistema solare, orbitante cioè attorno a una stella diversa dal Sole. Al 28 settembre 2020 risultano conosciuti 4.350 pianeti extrasolari in 3.215 sistemi planetari diversi (di cui 712 multipli); inoltre 2.554 è il numero di pianeti candidati e altri 209 possibili pianeti sono in attesa di conferma o controversi. L’elenco completo dei pianeti extrasolari conosciuti può essere trovato nella lista dei pianeti extrasolari confermati e in quella dei pianeti extrasolari non confermati o controversi. Il traguardo simbolico del 1000º pianeta conosciuto è stato raggiunto il 22 ottobre 2013. Questo con l’annuncio di 11 pianeti gioviani caldi da parte del progetto SuperWASP. Il 2000º pianeta confermato è Kepler-406 b: è stato scoperto nel 2014 e confermato il 25 novembre 2015. Esso nell’ambito della missione Kepler con il metodo del transito.

La scoperta degli esopianeti è resa possibile da metodi di osservazione indiretta piuttosto che da osservazioni al telescopio. A causa dei limiti delle tecniche di osservazione attuali, la maggior parte dei pianeti individuati sono giganti gassosi come Giove e, solo in misura minore; pianeti rocciosi massicci del tipo Super Terra. La frazione di pianeti più piccoli in costante crescita, soprattutto grazie alla missione Kepler; consente già di definire un abbozzo di classificazione esoplanetaria in base alle loro dimensioni. Gli esopianeti conosciuti appartengono a sistemi planetari che orbitano attorno a una stella. Esistono tuttavia numerose osservazioni non confermate di oggetti di massa planetaria non legati a vincoli gravitazionali con alcuna stella (i cosiddetti pianeti interstellari). Tali corpi celesti non sono definibili come “pianeti” secondo l’attuale definizione dell’Unione Astronomica Internazionale.

About Andrea Quartu

Studio Scienze Della Comunicazione. Estremamente sopra le righe e appassionato di moda. Mi piace molto scrivere, ma ho sempre paura di sbagliare le virgole.

Controlla anche

Eva 1 1

La prima donna, l’opera dell’artista andaluso a San Gavino Monreale

Get Widget L’opera è realizzata da Gabriel Moreno, artista andaluso trasferitosi a Madrid, considerato uno …