Alexa Unica Radio
Sindrome di burnout

La sindrome da burnout: trappole, rischi, strategie

Il dottor Giovanni Albertini e la dottoressa Giulia Rinaldi ci parlano di questa sindrome, che può definita come un esaurimento emotivo, a cui prestare particolare attenzione soprattutto durante la pandemia da Covid-19.

Burnout significa, letteralmente, bruciato. Tale termine, utilizzato per la prima volta in psicologia dallo studioso Freudenberger , esso lo usò proprio per descrivere la condizione di lavoratori che si ‘bruciavano’, a causa di una fatica a gestire lo stress lavorativo, con ricadute conseguenti sul loro lavoro, e sul loro benessere psicologico e fisico. Ironia della sorte, Freudenberger rilevava che i maggiori rischi li hanno le persone che hanno molto interesse per il proprio lavoro. La sindrome da burnout definita nell’ICD-112 come una sindrome risultante da una condizione di stress cronico sul luogo di lavoro, è caratterizzata da tre fattori principali:

  • La sensazione di esaurimento delle energie
  • Sentimenti di negatività e di disinteresse verso il proprio lavoro; 
  • Una sensazione di inefficacia o di mancanza di capacità realizzativa.
sindrome di burnout

La classificazione di questo tipo di sindrome è ancora molto dibattuta nel mondo degli studiosi di psicologia.

Infatti, per alcuni, si tratta solamente di una forma depressiva, tanto da non essere da essa distinguibile; per l’OMS, invece, la sindrome da burnout, va considerata come una condizione a sé stante, a patto che non sia distinta dall’ambito lavorativo. Per altri ancora, invece, può manifestarsi anche in contesti diversi da quello lavorativo appunto, come in ambito familiare, quando i genitori possano faticare a prendersi cura dei figli e si “brucino” nella loro mansione, o nel caso degli sportivi professionisti, che non riescono a mantenere il livello delle loro prestazioni. Generalmente se ne ha un alto riscontro nelle professioni cosiddette di ‘aiuto’, come medici e infermieri. Il dibattito aperto attorno a questo tema, tuttavia, non ci impedisce di poterne parlare, e di suggerire alcune modalità con cui sia possibile fronteggiarlo.

About Andrea Quartu

Studio Scienze Della Comunicazione. Estremamente sopra le righe e appassionato di moda. Mi piace molto scrivere, ma ho sempre paura di sbagliare le virgole.

Controlla anche

work 5382501 340

Acchiappabulli elettronico ideato dai ricercatori

Get Widget Acchiappabulli, il progetto “BullyBuster” coinvolge ricercatori di quattro università del Sud Italia e …