Alexa Unica Radio
disposizioni per ogni area

Le disposizioni per ogni area per l’emergenza in Italia

Le nuove misure per fronteggiare l’emergenza sanitaria: le disposizioni per ogni area in base alla criticità

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha illustrato in conferenza stampa a Palazzo Chigi le nuove misure per fronteggiare l’emergenza da Covid-19. Il premier ha firmato il Dpcm che istituisce un regime di chiusure differenziate. L’organizzazione è studiata a seconda della fascia di rischio contagio Coronavirus alla quale appartiene ogni Regione. L’impianto del testo è rimasto quello emerso nelle bozze circolate, con la suddivisione del paese in tre aree (gialla, arancione, rossa) a seconda dello scenario di rischio.

Area gialla

Rientrano nell’area gialla le regioni: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Province di Trento e Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria, Veneto.
In queste regioni vige il divieto di circolazione dalle ore 22 alle 5. Rimane valido lo spostamento per comprovati motivi di lavoro, salute e necessità. Il decreto prevede la chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi, eccetto quelli che vendono beni di prima necessità. Rimangono chiuse piscine, palestre, teatri, cinema e, da ora, anche le mostre e i musei. La Didattica a Distanza è prevista solo per gli studenti delle scuole superiori, ad eccezione dei laboratori e per gli studenti con disabilità che rimarranno in presenza. Si impone anche la riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastici. La chiusura di bar e ristoranti rimane alle ore 18, mentre l’asporto è previsto sino alle 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.

Area arancione

Rientrano nell’area arancione Puglia e Sicilia.
In queste regioni vige il divieto di circolazione dalle ore 22 alle 5. Rimane valido lo spostamento per comprovati motivi di lavoro, salute e necessità. Sono vietati gli spostamenti in entrata e uscita da una regione all’altra e da un comune all’altro. È fortemente raccomandato evitare gli spostamenti non necessari nel corso della giornata. Questa fascia prevede la chiusura di bar e ristoranti 7 giorni su 7. È consentito l’asporto sino alle 22 e la consegna a domicilio senza restrizioni. Il decreto prevede la chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi, eccetto quelli che vendono beni di prima necessità. Rimangono chiuse piscine, palestre, teatri, cinema, le mostre e i musei. La Didattica a Distanza è prevista solo per gli studenti delle scuole superiori, ad eccezione dei laboratori e gli studenti con disabilità che saranno in presenza. Si impone anche la riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastici.

Area rossa

Rientrano nella fascia rossa le regioni Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta.
È vietato lo spostamento, anche all’intero del proprio comune, in qualsiasi orario. Vietati gli spostamenti tra Regioni e anche tra Comuni. Rimangono validi gli spostamenti per motivi di lavoro, necessità e salute. Questa fascia prevede la chiusura di bar e ristoranti 7 giorni su 7. È consentito l’asporto sino alle 22 e la consegna a domicilio senza restrizioni. Restano aperte solo tabaccherie, edicole, farmacie e parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri. Chiusi i centri estetici. Per quanto riguarda la scuola, è prevista la DaD per le scuole medie (esclusa solo la prima media) e le scuole superiori. In merito allo sport, sono sospese tutte le competizioni sportive, escluse quelle riconosciute di interesse nazionale dal CONI e CIP. Rimane consentito svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione e attività sportiva solo all’aperto in forma individuale. Rimangono chiuse piscine, palestre, teatri, cinema, le mostre e i musei. Chiuse anche le sale da gioco e scommesse, anche nei bar e nelle tabaccherie. Per i mezzi di trasporto è consentito il riempimento solo fino al 50%, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastici.

 

About Ylenia Iannelli

Nata in Svizzera e cresciuta tra Calabria e Sardegna. Studentessa di Beni Culturali e Spettacolo con indirizzo archeologico, appassionata di lettura e serie tv. Nel tempo libero volontaria presso un'Associazione di Protezione Civile e instancabile partecipante di corsi di apprendimento, dai corsi salvavita ai lavori più disparati.

Controlla anche

Certificato Covid: Parlamento UE approva la proroga.

Get Widget Il Parlamento ha approvato in via definitiva la proroga della validità del certificato …