Janas
papassinu

Papassinu: un dolce “gioiello” della Sardegna

Il papassinu o papassina (a volte italianizzato in papassino) è un dolce tipo della Sardegna.

Il Papassinu, tradizionalmente è preparato per la ricorrenza di Ognissanti. Tuttavia, ormai si trovano nelle pasticcerie e talvolta nei supermarket locali, in quanto prodotti tutto l’anno. 

Il nome deriva da “papassa”  che in lingua sarda significa uva sultanina. Ogni paese dell’Isola prepara il dolce in diversi modi e gli ingredienti variano a seconda della regione storica ma sempre con la costante presenza dell’uva passa. La loro preparazione è legata alle ricorrenze autunnali, periodo nel quale l’uva passa raggiunge la maturazione. 

Nella parte meridionale dell’Isola sono aromatizzati con ingredienti quali cannella, vaniglia e altre spezie, incluse le bucce d’agrume candite, mentre nella parte settentrionale prevalgono le scorze di arancio e di limone insieme ai semi di finocchio selvatico. L’area di maggiore diffusione è la Sardegna centro-meridionale.

Il papassinu è fatto da un impasto di pasta frolla e uva passa, mandorle, noci, scorza di limone grattugiata, spezie e miele. Cotti al forno.

Preparazione:

Tostare le mandorle e le noci in forno e successivamente tritarle grossolanamente. In una terrina mettere la farina, lo zucchero, le uova, le mandorle, e l’uva sultanina. Fatta precedentemente ammollare in acqua e quindi strizzata e il sale. Iniziare a impastare, aggiungendo delicatamente il latte tiepido e lo strutto, fatto sciogliere. Formate poi un panetto. Suddividere in cilindri dai quali ricavare dei biscotti di circa 5 cm. Infine, cuocere in forno a 180° per circa 20 minuti. Preparare la glassa. Montare a neve l’albume e aggiungere progressivamente lo zucchero a velo. Con la glassa ottenuta decorare il papassinu.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Nadia Dessì

Nadia Dessì
Nata e cresciuta a Carbonia, dopo il diploma in Ragioneria ho proseguito gli studi presso l'Università di Cagliari, sono Dottoressa in Scienze Politiche e specializzanda in Relazioni Internazionali. Appassionata di politica e di attualità.

Controlla anche

Punta Giglio

Un rifugio a Punta Giglio: sfida al turismo sostenibile

A Punta Giglio, nel Parco di Porto Conte, ad Alghero, la natura accoglie amanti di …