Alexa Unica Radio
teatro massimo

Teatro Massimo: sipario sui festival Spaziomusica e Signal Reload

L’11 ottobre alle 22 nella sala M2 del Teatro Massimo di Cagliari concerto “Line” del soundartist Marco Orrù e presentazione del progetto “Clavius” di Daniele Ledda.

Ultima giornata domani al Teatro Massimo di Cagliari per i festival Spaziomusica Signal Reload, le due maggiori rassegne isolane dedicate alla musica contemporanea. Alle 22 in sala M2 apre il soundartist Marco Orrù (in arte Bruxia) con il progetto “Line”, un work in progress per danza e musica elettronica che diventa luogo in cui si lavora su tempo, spazio e suono, attraverso giochi d’improvvisazione in cui il musicista diventa parte dell’azione performativa con la danzatrice Ivonne Trovar Bello. Orrù è un compositore e performer contemporaneo attivo anche nelle arti visive. Inizia come chitarrista indirizzato verso la ricerca e la sperimentazione fino ad arrivare a un’estetica sempre più attenta al suono e meno all’armonia.

Lo spettacolo con l’artista Daniele Ledda

Il compito di chiudere in bellezza sarà affidato subito dopo al musicista e compositore elettronico Daniele Ledda, direttore artistico della rassegna Signal Reload, sul palco con lo strumento di sua ideazione “Clavius”, dal quale si dirama l’omonimo progetto originale di ricerca, costruzione e modifica. Uno studio che si snoda attorno agli strumenti a tastiera tradizionali. Si traduce in una performance-installazione accompagnata da foto-sculture e mapping video. Daniele Ledda è un artista sonoro e visivo, docente, performer e sperimentatore che vive e lavora in Sardegna. Oltretutto insegna Musica Elettronica al Conservatorio di Cagliari e Computer Music alla Scuola Civica di Musica di Cagliari. Dal 2018 è direttore artistico dell’Associazione Ticonzero. È interessato al rapporto con le arti visive, e realizza ambienti sonori per mostre d’arte e installazioni video. Ha al suo attivo varie composizioni originali per la danza contemporanea.

Misure di contenimento

Nell’attuazione delle misure sanitarie per contrastare l’emergenza coronavirus, l‘ingresso agli eventi del festival sarà consentito a una persona per volta. Inoltre, ci sarà l’obbligo di indossare la mascherina per l’intera durata dell’evento. Sarà cura dell’organizzazione mettere a disposizione del pubblico il gel per sanificare le mani. Allo stesso tempo, verrà assicurato il corretto distanziamento di un metro tra gli spettatori (sia frontalmente che lateralmente). Sarà privilegiato, dove necessario, l’ingresso previa prenotazione (l’elenco delle presenze verrà conservato per un periodo di quattordici giorni); accesso vietato, invece, alle persone con una temperatura corporea superiore ai 37 gradi e mezzo. L’ingresso a tutti gli appuntamenti della manifestazione è gratuito.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Ilaria Furia

Dopo aver conseguito il diploma di Lingue straniere, ho frequentato un corso triennale universitario per approfondire le conoscenze linguistiche e traduttive moderne. Seguo il corso per la laurea magistrale sulla specialistica della traduzione, con numerosi corsi di informatica per la traduzione. Parlo abbastanza bene l'inglese e il francese e fluentemente lo spagnolo. Sono una persona socievole, dinamica, con buone doti comunicative e ottime competenze relazionali.

Controlla anche

jazz

Musica: trio di John Patitucci per Forma e Poesia nel Jazz

Si riaccendono i riflettori per Forma e Poesia nel Jazz, che riparte con un appuntamento …