Alexa Unica Radio
Scuola banchi sindaci preoccupati

Sindaco Sulcis, mascherine davanti a scuole e fermate bus

Stop a musica e karaoke nei bar. Il sindaco di Sant’Antioco Ignazio Locci ha firmato due nuove ordinanze sindacali incentrate sulla prevenzione da Covid-19.

 

Attenzione e prevenzione – dice il sindaco – queste sono le due parole d’ordine che ci devono accompagnare in questa fase delicata del virus. Abbiamo evidenziato l’obbligo delle mascherine in determinate fasce orarie, nelle strade in cui sono presenti edifici scolastici e nelle fermate degli autobus. Inoltre, con un’altra specifica ordinanza, abbiamo imposto il divieto di eventi di intrattenimento musicale negli esercizi pubblici”.
Sindaco Mascherine Ordinanza

All’esterno degli edifici scolastici saranno presenti le forze dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Sant’Antioco, che faranno attività di sensibilizzazione e, nel contempo, segnaleranno al Comando di Polizia Municipale eventuali episodi di trasgressione, che saranno puniti con sanzioni che vanno da 400 a 1000 Euro.

“Non si tratta di grandi limitazioni– tiene a precisare il sindaco – semplicemente di buone azioni che tutti quanti dobbiamo mettere in campo al fine di evitare che nella nostra città si verifichino episodi di virulenza. E sulle scuole dobbiamo avere una particolare attenzione. Stiamo attenti, comportiamoci con responsabilità: insieme possiamo tenere lontano il virus”.

In Sardegna l’anno scolastico 2020-2021 è iniziato il 22 settembre, una settimana dopo rispetto al resto d’Italia. Le lezioni termineranno il 12 giugno, fatta eccezione per le scuole d’infanzia (30 giugno). Lo ha stabilito la Giunta su proposta dell’assessore della Pubblica istruzione Andrea Biancareddu.

Il timore è che, con la riapertura di scuole e università,  la circolazione del virus potrebbe aumentare. C’è il pericolo che portino il virus in ambiato familiare, contagiando i loro parenti anziani e vulnerabili.

Si esclude un secondo lockdown, o meglio, si tratta di una scelta politica. Se ci si troverà di fronte a un’escalation importante, sarà necessario inasprire le misure di controllo. E’ il parere di Giovanni Sotgiu, docente di statistica medica e esperto del comitato tecnico scientifico della Regione.

 

 

About Andrea Quartu

Studio Scienze Della Comunicazione. Estremamente sopra le righe e appassionato di moda. Mi piace molto scrivere, ma ho sempre paura di sbagliare le virgole.

Controlla anche

terapia intensiva

Covid, anestesisti: “Oltre 90% pazienti in terapia intensiva non vaccinato”

“Maggior parte di età medio-alta ma anche qualche giovane, entrare in terapia intensiva significa avere …