Alexa Unica Radio
Premio Solinas 2020 – Intervista a Annamaria Granatello

Premio Solinas 2020 – Intervista a Annamaria Granatello

Unica Radio Podcast
Unica Radio Podcast
Premio Solinas 2020 - Intervista a Annamaria Granatello
/

Intervista alla Presidente e Direttrice del Premio Solinas Annamaria Granatello, alla conclusione della 35ma edizione del Premio Solinas

Unica Radio, in trasferta a La Maddalena per testimoniare gli eventi della trentacinquesima edizione del Premio Solinas, ha avuto la possibilità di ricevere ai propri microfoni la Presidente e Direttrice della manifestazione Annamaria Granatello, alla conclusione degli eventi, per tirare le somme di un’edizione del Premio, nei fatti anomala e ostacolata, ma non per questo meno prestigiosa.

La novità del Premio Solinas di quest’anno, e fonte di tante ispirazioni, è la presenza degli esponenti dell’industria dell’animazione. Nomi come Federico Vallarino, animatore e character designer per Toon Boom, Giorgio Scorza SEO di DogHead, Anne-Sophie Vanhollebeke autrice e produttrice per Studio Campedelli e Presidente di Cartoon Italia. Autori come Bepi Vigna e Marino Guarnieri sono una conquista per il Solinas, che finalmente abbraccia anche un universo, quello dell’animazione da molti ritenuto intrattenimento valido solo per le fasce di età più giovani e che invece possiede una grammatica valida per veicolare una molteplicità di messaggi e raggiungere un pubblico molto più vasto.

Il Premio Solinas è un evento che ha al proprio centro la scrittura e che nasce dalle parole, prima su carta e poi messe in concreto. Realizzare un evento che coinvolge progetti, produttori e autori -afferma Annamaria Granatello- era un po’ una sfida ma io non ho mai avuto dubbi e devo dire che la Fondazione Sardegna Film Commission e la Regione Sardegna, mi hanno anche un po’ coccolata con fiducia concreta. Era necessario che io facessi diventare questa passione un motore e non mollassi un secondo. E non ho mai mollato.

Salvatore Uccheddu (Unica Radio) e Annamaria Granatello

About Tore Seduto

Classe 1989. Appassionato cinefilo a 360°, degustatore di birre e di pizze. Amante dei bei film, ma anche di quelli brutti, davvero brutti. Si è cimentato come regista in lavori discutibile fattura. Irriducibile cacciatore di interviste agli addetti ai lavori della settima arte.

Controlla anche

teatro

Tra case sparse e il web riparte “Non è teatro”

Get Widget Nel ponte Pasquale, 3505 persone hanno visitato i siti culturali di Barumini, tornando …