Alexa Unica Radio
Archeologia viva

La rivista “Archeologia Viva” al Menhir Museum di Laconi

Al Menhir Museum di Laconi la rivista “Archeologia Viva” presenta la copertina del nuovo numero dedicata alla Sardegna, con un reportage di Giorgio Murru, Direttore del Menhir Museum. Corredato delle fotografie di Nicola Castangia. Presentazione a Palazzo Aymerich il 4 settembre.

«Archeologia Viva» approda in Sardegna per la presentazione del reportage dell’archeologo Giorgio Murru pubblicato nell’ultimo numero della prestigiosa rivista. L’appuntamento è per venerdì 4 settembre alle 19.30, negli spazi di Palazzo Aymerich a Laconi. Interverranno Piero Pruneti, direttore di «Archeologia Viva», Giorgio Murru, direttore del Menhir Museum, e Nicola Castangia, fotografo. L’evento sarà impreziosito dalla partecipazione straordinaria del Maestro Luigi Lai.
La Sardegna preistorica prima dei Nuraghi non ha più segreti. Così la più antica storia dell’Isola è raccontata ora attraverso testi e immagini inediti sull’ultimo numero di «Archeologia Viva», che per l’occasione giunge dove tutto ebbe inizio.

È quindi in programma venerdì 4 settembre, alle 19.30, presso il Menhir Museum (Palazzo Aymerich) di Laconi, la presentazione dell’articolo speciale uscito sull’ultimo numero di «Archeologia Viva» e firmato da Giorgio Murru. Che è anche Direttore del Museo che ospita l’evento, e dedicato alle testimonianze della Sardegna preistorica nelle epoche che precedettero la fioritura della civiltà nuragica.

I contenuti

L’articolo speciale è un viaggio straordinario che conduce per mano il lettore attraverso il favoloso album d’immagini di Nicola Castangia. Per capire la realtà di un’isola, nelle cui profondità scorre un fiume sotterraneo da sempre ben alimentato nelle molte fasi della sua esistenza.

L’incontro è accompagnato dalle launeddas del maestro Luigi Lai.
Dichiara Piero Pruneti, direttore di «Archeologia Viva». “L’isola si è sempre contraddistinta per una sostanziale identità e dove lo spirito sardo è profondo e radicatissimo nella popolazione.
L’articolo che pubblichiamo lo riporta alla luce attraverso un procedimento archeologico che è anche psicanalitico. È una necessità accertata che la popolazione attuale voglia indagare nell’inconscio preistorico collettivo, altrimenti celato in una infinità di monumenti. oltreché in tradizioni tuttora molto vive.
E presentare il numero speciale dedicato alla Sardegna, nel cuore dell’Isola stessa è per noi di «Archeologia Viva» un grande onore.»


Come previsto dalle norme in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. L’ingresso sarà consentito in osservanza delle disposizioni di legge. Tutti i presenti avranno l’obbligo di indossare la mascherina. L’organizzazione provvederà a disporre i posti a sedere con il distanziamento previsto dalla normativa.
Ingresso libero Per informazioni: 0782.693238 www.menhirmuseum.it



About Antonio Aversano

Nato a Calasetta vivo a Cagliari da diversi anni, ho una laurea in Economia e Commercio ma mi sono sempre piaciute le materie storiche ed archeologiche, per questo dal 2017 sono iscritto alla facoltà di Studi Umanistici in Beni Culturali e Spettacolo. Il mio hobby preferito dopo lo studio è il trekking.

Controlla anche

IMG 1653

La cisterna, il thesaurus ed il portico dell’area archeologica di Sant’Eulalia

Get Widget Nella nostra terza puntata andremo a parlare della cisterna, del thesaurus e del …