Alexa Unica Radio
Nei bus dell'Atp di Sassari avviso di fermata "parlante"

Nei bus dell’Atp di Sassari avviso di fermata “parlante”

A Sassari si rivoluziona il trasposto pubblico locale: nelle fermate degli autobus dell’Atp installati vocalizzatori che indicano le fermate raggiunte

A Sassari messa in atto una rivoluzione del trasporto pubblico locale. La rivoluzione parte dalla vocalizzazione delle fermate negli autobus dell’Atp. La vocalizzazione è in atto sperimentalmente da alcuni mesi e incassa il plauso di Comune e Unione italiana ciechi e ipovedenti (Uici) della Sardegna. Il vocalizzatore è installato sui mezzi ed indica la fermata grazie al dialogo tra il sistema Avm, la centrale informatica che gestisce e monitora gli spostamenti degli autobus, e la dotazione tecnica di bordo. Alcuni amministratori e vertici dell’Uici, come risultato di questo, hanno visitato l’azienda. Hanno, inoltre, fatto un giro in autobus insieme al presidente e al direttore generale di Atp, Paolo Depperu e Roberto Mura.

“Puntiamo a un servizio di trasporto pubblico più efficiente e inclusivo, che metta tutti in condizione di potersi muovere autonomamente – spiega Depperu -. Con questo servizio di vocalizzazione ci attestiamo verso standard qualitativi a livello europeo”. Tra i prossimi passi c’è l’implementazione delle funzioni dell’App Atp Sassari, che diventerà “parlante” e sarà utilizzabile anche da chi è cieco o ipovedente.

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS (U.I.C.I) è un’associazione fondata nel 1920 a Genova da Aurelio Nicolodi, un ufficiale che perse la vista durante il primo conflitto mondiale.

I valori dell’U.I.C.I., un secolo dopo, sono gli stessi che hanno ispirato il suo fondatore, convinto assertore dell’emancipazione e dell’integrazione delle persone con disabilità visiva.

Accogliere, ascoltare, sostenere, tutelare, condividere, includere, sono i valori fondativi dell’U.I.C.I. che da 100 anni promuove l’uguaglianza dei diritti con impegno, passione, dedizione, tenacia e autorevolezza, per donare luce alle persone cieche, ipovedenti e con disabilità plurime, in tutta Italia.

About Roberta D'Aprile

Nata e cresciuta a Cagliari. Da sempre amante del cinema, delle serie televisive, della fotografia e di qualsiasi forma d'arte, oggi sono una laureanda in Beni Culturali e Spettacolo con indirizzo Spettacolo. Nel tempo libero mi occupo di volontariato, nello specifico animalista.

Controlla anche

antique 403604 1920

Anfora romana in Costa Smeralda scoperta da turisti

Get Widget Ritrovamento ad Arzachena, è datata tra 200 e 400 d.C Un gruppo di …