Alexa Unica Radio
Traforo del Frejus, che unì Italia e Francia compie 150 anni

Traforo del Frejus, che unì Italia e Francia compie 150 anni

Il 15 agosto di 163 anni fa il Parlamento approvò il progetto definitivo del traforo del Frejus, collegando l’Italia alla Francia

“Senza Ferragosto del 1857 l’Italia sarebbe più lontana dal resto d’Europa. Il 15 agosto di 163 anni fa il Parlamento subalpino approvò il progetto definitivo del traforo del Frejus. In cui quest’anno ricorre il 150° anniversario della fine dei lavori”. A questa data storica è dedicato l’incontro a ingresso libero con prenotazione obbligatoria. Info ([email protected]) curato dal giornalista Filippo Poletti in programma venerdì 14 agosto alle ore 18 al Palazzo delle feste di Bardonecchia.

Evento inserito nella rassegna estiva “Scena 1312”, l’evento è dedicato alla storia del paese più a ovest d’Italia. “La nascita del traforo del Frejus – spiega Poletti, è legata al mese di agosto. Il 28 agosto 1839 l’imprenditore bardonecchiese Francesco Medail lanciò l’idea della galleria tra Bardonecchia e Modane; il 15 agosto 1857 il Parlamento subalpino approvò il progetto definitivo del Frejus. D’altra parte il 31 agosto 1857 Vittorio Emanuele II di Savoia inaugurò i lavori, successivamente completati il 25 dicembre 1870 con l’abbattimento dell’ultimo diaframma”.

Ripercorrendo i grandi eventi storici, si scopre che la “breccia del Frejus” seguì la “breccia di Porta Pia”, avvenuta il 20 settembre 1870.Per non parlare della “breccia del canale di Suez”, terminato nel 1869. Non fu un caso che all’inaugurazione ufficiale del Frejus, avvenuta il 17 settembre 1871. Fu invitato a partecipare Ferdinand de Lesseps, direttore dei lavori del canale di Suez. “A completamento dell’opera questa infrastruttura – conclude Poletti – catapultò il Piemonte in Europa, collegandolo alla Francia tramite la ferrovia. Spaziando dal Piemonte alla Francia la vista dall’alto di Bardonecchia, dalla punta del monte Ban, restituisce una visione a 360 gradi della storia di questo paese. Tuttavia quest’ultimo tanto amato da scrittori come Primo Levi e Mario Soldati, è stato un protagonista assoluto con il traforo del Frejus”.

About Leila Soleimani

Mi chiamo Leila Soleimani, sono nata a Cagliari da madre sarda e padre persiano. Laureanda in Beni culturali con indirizzo storico-artistico. Una delle mie passioni è viaggiare in Italia e per il Mondo, adoro l'arte e il cinema, sopratutto ho un debole per la Disney. Quando posso, mi piace passare le domeniche allo stadio a tifare la mia squadra.

Controlla anche

Italia bocciata in sostenibilità

Get Widget Sostenibilità: con la pandemia l’Italia ha perso posizioni in Europa. A dirlo è …