Alexa Unica Radio
TdS – DOMANI (lunedì 10 agosto) h 22 “Le Nozze di Figaro” ad Allai per uno speciale “invito all’opera” con il II Festival Palcoscenici d’Estate

Allai: DOMANI (lunedì 10 agosto) h 22 “Le Nozze di Figaro”

Uno speciale “invito all’opera” con il II Festival Palcoscenici d’Estate ad Allai

Teatro del Segno Palcoscenici d’Estate – 2020 II edizione
ALLAI – piazza Santo Isidoro – 17 luglio > 17 agosto

Invito all’opera DOMANI ad Allai (OR) con “Le Nozze di Figaro” di Wolfgang Amadeus Mozart in cartellone per il II Festival “Palcoscenici d’Estate”. Il tutto organizzato dal Teatro del Segno con il patrocinio e il sostegno del Comune di Allai (e inserito nella rete di “Intersezioni”).

Viaggio nella storia dell’Isola tra parole e musica con “Baroni in Laguna” domenica 9 agosto

Viaggio nella storia dell’Isola tra parole e musica con “Baroni in Laguna” del Teatro del Segno – STASERA (domenica 9 agosto) ad Allai. Lo spettacolo dei “padroni di casa”, liberamente tratto dall’omonimo saggio-inchiesta di Giuseppe Fiori, con drammaturgia e regia di Stefano Ledda, protagonista sulle note della chitarra di Andrea Congia e del sax di Juri Deidda – ricostruisce – con il rigore della cronaca e la passione del giornalismo d’inchiesta – i momenti cruciali della lotta dei pescatori di Cabras per conquistare una nuova dignità e liberarsi del retaggio e dei vincoli di una società feudale a metà del Novecento.

Il Festival continuerà fino al 17 agosto nel paese del Barigadu con un fitto carnet di eventi fra teatro e musica, cinema e nouveau cirque.
. INGRESSO GRATUITO (con prenotazione): [email protected] – cell. 391.4867955

“Le nozze di Figaro” di Wolfgang Amadeus Mozart – lunedì 10 agosto

Arie d’opera nel Barigadu con “Le nozze di Figaro, ossia la folle giornata” di Wolfgang Amadeus Mozart ad Allai (OR) sotto le insegne del II Festival “Palcoscenici d’Estate”.

Il fascino dell’opera lirica per un vivido affresco della società – in cui non mancano tra le righe punte di arguta satira nel contrasto tra la nobiltà d’animo dei servi e i bassi istinti e i comportamenti immorali degli esponenti dell’aristocrazia, primo fra tutti il Conte d’Almaviva, invaghito della bella Susanna, cameriera personale della Contessa e disposto a tutto o quasi pur di ottenerne i favori benché costei (promessa sposa di Figaro, nel giorno delle sue nozze) proprio non ne voglia sapere.




About Alessandro Podda

Laureando in scienze della comunicazione presso la facoltà agli studi di Cagliari. Forte interesse per il giornalismo, spettacolo, musica e sport.

Controlla anche

La madre del prete 1 Valentina Sulas

“La madre del prete” in scena il 25 Agosto

Get Widget Lo spettacolo “La Madre del prete”, di e con Valentina Sulas, previsto per …