Unica Radio Skill Alexa
Revocato divieto di balneazione in spiaggia Ezzi Mannu

Revocato divieto di balneazione in spiaggia Ezzi Mannu

https://www.unicaradio.it/

Divieto temporaneo di balneazione a Ezzi Mannu, Stintino

Dopo le analisi svolte dall’ ARPAS (Agenzia Regionale per la protezione dell’Ambiente della Sardegna), in base alle quali untratto di mare del territorio di Stintino denominato Ezzi Mannu è risultato inquinato. Il Sindaco, preso atto della potenziale esistenza di pericoli per la salute pubblica, ha deciso di istituire un divieto temporaneo di balneazione con apposita ordinanza. Questo dimostra   come i controlli in Sardegna si facciano e pure con attenzione, per la salvaguardia della salute di tutti.

Escherichia Coli a Ezzi Mannu

Il campionamento dell’ARPAS, infatti, ha prelevato il 3 agosto 2020, presso la stazione di monitoraggio codice B106SS , denominata: “Cuile Ezi Mannu”. Ha evidenziato dunque alcuni parametri fuori norma, in particolare l’Escherichia Coli: 659 n°/100ml (valori limite 500).

L’ordinanza del Sindaco Antonio Diana

E’ stato revocato il divieto temporaneo di balneazione nel tratto di mare “Cuile Ezi Mannu”.  Il sindaco di Stintino Antonio Diana ha firmato l’ordinanza che consente di nuovo la balneazione nel tratto di mare. Un tratto di circa 2 km, tra i più frequentati nel periodo estivo.
“La nostra attenzione resta alta, così afferma il primo cittadino Antonio Diana, perché è nostro interesse sapere cosa abbia provocato questi fuori norma. Da parte nostra proseguiamo con gli approfondimenti che abbiamo avviato. Le analisi dell’Arpas ci confortano, ci auguriamo che episodi come questi, che costringono a prendere provvedimenti restrittivi, non debbano minare ulteriormente l’estate stintinese”.

La qualità dell’acqua del mare in Italia

In Europa, l’Italia ha un record: è il paese con il maggior numero di acque in cui poter fare il bagno, circa un quarto del totale di quelle europee.  Dal report Italian bathing water qaulity in 2018 emerge che il 90% delle acque di balneazione sono di qualità eccellente e il 5% di qualità buona. C’è stato un miglioramento rispetto ai dati del 2015. C’è ancora qualche punto dove la qualità dell’acqua  sempre valutata in base alle concentrazioni di Escherichia coli e enterococchi è classificata come “scarsa”.  Nel 2018 infatti sono 89 i punti di balneazione in cui l’inquinamento con i batteri erano sopra le soglie. Nel 2018 la Calabria ha avuto 22 punti vietati, seguita da Abruzzo (10) Marche (9) e Lombardia (7, considerando i laghi). Qui c’è la mappa interattiva del 2019 fornita dal ministero della Salute per vedere in tempo reale la qualità dell’acqua della propria spiaggia.

Escherichia coli e enterococchi

Gli indicatori per valutare le qualità delle acque di tutti i mari sono sempre escherichia coli e enterococchi intestinali. L’escherichia coli individua un insieme di batteri naturalmente presenti nell’intestino delle persone sane. Tuttavia, alcuni ceppi possono causare infezioni a carico del tratto digerente, delle vie urinarie o di molte altre parti del corpo. In particolare, solitamente questi batteri non causano direttamente dei disturbi, tuttavia per quanto riguarda le analisi in mare questi microorganismi (insieme agli enterococchi intestinali) sono utilizzati come indicatori della contaminazione fecale e della presenza di altri agenti patogeni (come virus, protozoi e altri batteri) che spesso sono loro associati.

Le possibili cause

In generale, questi indicatori segnalano la presenza di inquinamento. Può avere origine da contaminazione fecale (feci di uccelli) o da acque di scarico. Per questo, i due parametri batteriologici diventano come segnali della qualità dell’acqua e della possibilità di fare il bagno con la massima sicurezza per la salute.

About Francesca Urpi

Francesca Urpi
Mi presento : Sono Francesca Urpi, ho 21 anni. Mi sono diplomata al liceo classico E. Piga di Villacidro. Attualmente frequento l'università di Cagliari, sono al terzo anno di Beni Culturali in indirizzo Archeologico.

Controlla anche

cecilia mangini

Cecilia Mangini, la documentarista che amava l’Isola

La Mangini, pugliese nata a Nola di Bari nel 1927, fu una pioniera del cinema …