Alexa Unica Radio
La musica tornerà all'Anfiteatro Romano di Cagliari

La musica tornerà all’Anfiteatro Romano di Cagliari

L’anfiteatro di Cagliari 

L’anfiteatro di Cagliari è un monumento di epoca romana, risalente al I e II secolo d.C. Poteva contenere 10.000 spettatori circa. Si tratta di quasi 1/3 degli abitanti della Carales romana. Al di sopra dell’arena vi era il podium, riservato ai personaggi di spicco. I cittadini liberi si sedevano in base al loro status sociale di appartenenza. Vi erano infatti le postazioni nell’ima, media, summa cavea. Alle donne e agli schiavi invece spettava l’ultima gradinata coperta. Inoltre l’anfiteatro ospitava combattimenti tra animali e tra gladiatori. Inoltre tra i combattenti  vi erano sopratutto coloro che erano reclutati  fuori dalla Sardegna. Allo stesso modo venivano eseguite le pene capitali  davanti alla folla esultante nonché spettacoli teatrali.

L’anfiteatro ai giorni nostri

Nel diciannovesimo secolo, il comune di Cagliari acquistò  l’area. In seguito affidò gli scavi archeologici al canonico Giovanni Spano. Nei primi anni 2000 l’anfiteatro fu ricoperto da una struttura in ferro e legno che permetteva di ospitare spettacoli e concerti durante la stagione estiva. Successivamente le successive amministrazioni comunali rimossero queste strutture  per riportare l’anfiteatro alla sua originaria funzione di sito archeologico.

Nostalgia delle serate live con artisti internazionali, il Comune prova a riaprire anche l’Anfiteatro Romano.

“Che emozioni, che suggestioni le sere d’estate all’Anfiteatro Romano. Ve le ricordate? Io sì”, scrive su Facebook il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu. Dalle sensazioni ai fatti: nella variazione di bilancio che domani andrà in aula sono stati stanziati duecentomila euro per la progettazione del restauro. Richiederà però almeno altri 2 milioni di euro.

Le parole del sindaco Truzzu

“È un passo ulteriore per restituirlo ai nostri concittadini – scrive Truzzu – ai sardi e ai turisti e per riprendere anche gli spettacoli”. Le prospettive: “Di sicuro – conclude il sindaco – non potranno trovare spazio 5000 ospiti come un tempo, ma è certo che la musica lì tornerà ad essere di casa. Perché questa è la mia volontà, la volontà della Giunta e della maggioranza che oggi governa Cagliari”.

About Francesca Urpi

Mi presento : Sono Francesca Urpi, ho 21 anni. Mi sono diplomata al liceo classico E. Piga di Villacidro. Attualmente frequento l'università di Cagliari, sono al terzo anno di Beni Culturali in indirizzo Archeologico.

Controlla anche

Musas e Terras

Musas e Terras: terza edizione tra musica e danza

Musas e Terras è il titolo scelto per una serie di manifestazioni tra musica e …