Alexa Unica Radio
Idroscalo

Idroscalo nel lago di Gusana, nuova frontiera turismo

Un idroscalo internazionale nel centro della Sardegna per collegare le località interne dell’isola con la penisola, con l’Europa e il mondo. L’aspirante progetto prevede la realizzazione di una vera e propria rotta aerea per idrovolanti che avrebbe come aeroporto di transito il lago di Gusana.

A Gavoi, è tutto pronto per ospitare il progetto di un idroscalo nato dall’idea di un gruppo di amici dell’associazione “Più Sardegna nel cuore”.

I soci sono l’architetto Piero Arberi di Ovodda, insieme a Salvatore Biddau, titolare della scuola di volo di San Teodoro, e all’architetto Fabio Poloni, Arberi. La prima prova di volo il 27 giugno scorso, quando il progetto ha iniziato a prendere forma con un volo turistico sperimentale con l’uso di idrovolanti atterrati nel lago di Gusana. Oltre trenta persone hanno partecipato all’esperienza di volo e immortalato le grandi bellezze del centro Sardegna: dal golfo di Orosei alle montagne del Gennargentu e del Supramonte.

“E’ un progetto che abbiamo tenuto fermo per anni e che ora vogliamo provare a realizzare col l’aiuto delle istituzioni e di tutti i cittadini che si stanno interessando alla cosa. L’idea è molto semplice. Si tratta di creare una rete di idroscali in tempi brevi e a basso costo. E’ un nuovo modo di vedere il turismo, ma anche un’ottima occasione per gli spostamenti all’interno della Sardegna e fuori dall’isola nel resto d’Italia.”

Il lago di Gusana si presta a essere il centro del progetto. Sulle rive del lago c’è una piattaforma in calcestruzzo per la costruzione di una diga e il progetto sarebbe a impatto zero. Restano da realizzare solo gli hangar. Gli imprenditori turistici sono pronti a investire su questa “nuova economia” a basso impatto ambientale che valorizza il territorio. Ciò potenzierebbe il turismo e consentirebbe di superare l’isolamento che colpisce da sempre la Sardegna interna. “Gli utilizzi del mezzo possono essere molteplici: si può parlare di turismo tematico e ambientale, ma anche di Protezione civile e antincendio e ancora elisoccorso per il trasporto dei pazienti. L’idea porta in sé una piccola rivoluzione per l’intera isola – conclude Arberi – con Gavoi che diventerebbe l’hub per questa nuova forma di turismo”.

About Leila Soleimani

Mi chiamo Leila Soleimani, sono nata a Cagliari da madre sarda e padre persiano. Laureanda in Beni culturali con indirizzo storico-artistico. Una delle mie passioni è viaggiare in Italia e per il Mondo, adoro l'arte e il cinema, sopratutto ho un debole per la Disney. Quando posso, mi piace passare le domeniche allo stadio a tifare la mia squadra.

Controlla anche

teatro

Il teatro abita La Valle dei Laghi con Nurarcheofestival

Get Widget Un cartellone dal 15 luglio all’1 agosto allestito da Il Crogiuolo, direzione artistica …