Alexa Unica Radio
zucchine a scapece

GnamGnam. La cucina semplice: le verdure. Puntata del 18 Maggio 2020

Unica Radio Podcast
Unica Radio Podcast
GnamGnam. La cucina semplice: le verdure. Puntata del 18 Maggio 2020
/

Qual è la storia delle verdure sulla nostra tavola? Appuntamento il 18 Maggio 2020 alle ore 20:00.

La puntata di GnamGnam di Lunedì 18 maggio sarà interamente dedicata alle verdure. Ci siamo chiesti come sono arrivate sulla nostra tavola zucchine, bietole, spinaci, etc…? Sono tutte verdure semplici e umili, ma scopriremo assieme la loro storia, tutt’altro che scontata. La zucchina ci racconta storie di migrazioni, la bietola è addirittura rivoluzionaria per l’umanità.  Le verdure sono tra i cibi più antichi che mangiamo, e, forse ancora più di altri, sono legati alla storia con la esse maiuscola. Ci raccontano di viaggi lontani in tempi remoti, dai Sumeri, agli Egizi. Ma, grazie allo studio degli archeologi, possiamo andare anche a tempi più remoti, fino al Neolitico, dove potremo scoprire le piante più antiche, e inaspettate, di cui si cibava l’uomo preistorico.

Cercheremo infine di capire quali verdure antiche sono ancora presenti nei nostri pasti, ne ascolterete delle belle… Ma non sveliamo nulla qua, per lasciare inalterato il gusto dell’ascolto.

La ricetta che vi proponiamo ci racconta invece di altre contaminazioni: tra mondo italico e mondo arabo, passando per la Spagna. Parliamo delle zucchine a scapece. Il nome, scapece, ci ricorda giustamente il sardo a scabecciu… e non è un caso. Nel Sud d’Italia, terra di conquista spagnola, molti piatti agrodolci derivano dallo spagnolo escabeche, che a sua volta deriva dal termine arabo persiano sikbâg, che si prouncia iskebech.

ZUCCHINE A SCAPECE
20 min

Ingredienti per 2 persone:

  • 5 zucchine fresche
  • 1 cipolla
  • 1 cucchiaio di uvetta
  • 1 cucchiaino di pinoli
  • 4 cucchiai di aceto
  • 4 cucchiai di olio di oliva
  • sale q.b.

Preparazione:

Mettete ad ammollare l’uvetta in una ciotola con acqua bollente. In una casseruola fate soffriggere una cipolla tagliata a listarelle con un filo di olio di oliva.

Tagliate le zucchine a rondelle e versatele nella casseruola, rigirandole di tanto in tanto. A metà cottura, scolate l’uvetta e aggiungetela alle zucchine. Se volete, aggiungete anche un cucchiaino di pinoli. Continuate la cottura a fuoco basso (e senza coperchio), mescolando di tanto in tanto. Verso la fine cottura, quando le zucchine vi sembrano pronte, aggiungete un poco di aceto (bianco o rosso o balsamico, a seconda del proprio gusto), alzate la fiamma e fate sfumare.

Sono ottime servite come contorno a temperatura ambiente, aggiungendo un cucchiaio di olio di oliva a crudo.

About Fabio Bettio

Genovese di nascita, Sardo di adozione. Come professione sono un informatico nel settore della Computer Graphics. La mia passione è la cucina: dalla preparazione dei cibi, al loro assaggio! Sono appassionato di storia e tradizioni della gastronomia. Da grande vorrei aprire un ristorante, ma ho già 50 anni...

Controlla anche

IMG 1653

La cisterna, il thesaurus ed il portico dell’area archeologica di Sant’Eulalia

Get Widget Nella nostra terza puntata andremo a parlare della cisterna, del thesaurus e del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.