Alexa Unica Radio
debate scuola

L’edizione 2020 di “Debate” è online

Competizione che vede coinvolti  “settandue debaters”, venti coach, quaranta giudici, nove docenti responsabili delle aule di dibattito

 

Al via la terza edizione delle Olimpiadi nazionali di “Debate“, la competizione mette a confronto i migliori “debaters” (argomentatori), provienti da diciotto regioni italiane. L’emergenza sanitaria non ha fermato la gara, che come tante altre attività,  sarà svolta online.

L’edizione 2020 vede coinvolti un totale di “settandue debaters“, venti coach, quaranta giudici, più nove docenti responsabili delle aule di dibattito chiamati a gestire “quarantacinque debate”, cinque round eliminatori, semifinali e finalissima, affiancati da ventiquattro studenti cronometristi.

Temi trattati:

  • lo Stato italiano come eredità universale, ovvero un trasferimento di denaro a ogni cittadino di almeno quindicimila euro al compimento del diciottesimo anno di età;
  • la colonizzazione di Marte come priorità delle agenzie spaziali;
  • gli enti di ricerca dei Paesi sviluppati che puntano nella direzione della fusione nucleare, invece che verso quella delle fonti rinnovabili.

La competizione prevede, inoltre, una sfida su un tema improvvisato, su cui gli sfidanti dovranno misurarsi.

Le Olimpiadi di “Debate” sono nate su iniziativa del Ministero dell’Istruzione per promuovere questo tipo di didattica nata nella scuole e nei college anglo-americani intorno alla fine dell’Ottocento. Didattica rivelatasi molto utile nello sviluppo delle competenze interpersonali e comunicative degli studenti.

Questa competizione è una delle sedici idee di “Indire” ( Istituto nazionale di ricerca educativa), sperimentate con successo da numerose scuole italiane. “Indire” fa parte del Comitato Tecnico Scientifico delle Olimpiadi nazionali di “Debate“.

Debate” è un’attività didattica che consente di progettare un processo di apprendimento più dinamico che mette in gioco le abilità comunicative dei ragazzi e la loro capacità di lavorare in gruppo.

About Isabella Murgia

Isabella Murgia nata a Sassari, ma vivo a Cagliari dalla quinta elementare. Diploma di Liceo scientifico, laurea triennale in filosofia. Passione per il giornalismo e l'informazione.

Controlla anche

Hermaea Olbia

Un altro rinvio per l’Hermaea Olbia

Get Widget La Volley Hermaea Olbia comunica che, per motivi connessi all’emergenza sanitaria in corso, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.